Real Madrid-Liverpool 3-1: al Di Stefano splende la stella di Vini Jr

SportReal Madrid-Liverpool 3-1: al Di Stefano splende la stella di Vini Jr

La doppietta del brasiliano ex Flamengo lancia il Real Madrid: troppi errori tecnici condannano il Liverpool alla sconfitta

Non sarà il Bernabeu, ma anche la serata dell’Alfredo Di Stefano riesce a regalare emozioni da Champions: a Valdebebas il Real Madrid si rende protagonista di una prestazione da galacticos e schianta un Liverpool troppo incostante nell’arco dei 90 minuti.

Tanto talento in campo su entrambi i lati e voglia di giocare sulla verticalità delle proprie trame: ma se da un lato c’è un Real motivato e in forma, dall’altro si presenta in Spagna un Liverpool formato campionato, e di questi tempo non è un buon segnale.

Un primo quarto d’ora all’insegna di equilibrio lascia il passo alle giocate da campione dei fuoriclasse Blancos: al minuto 27 Toni Kroos trova con un lancio irreale la fuga di Vinicius Jr., bravo a controllare e trafiggere Alisson in uscita.

La reazione Reds è velleitaria e gli errori tecnici si susseguono senza soluzione di continuità tra i ranghi inglesi: il retropassaggio suicida di Alexander-Arnold spiana la strada ad Asensio che dopo essersi liberato dell’estremo difensore brasiliano con un sombrero di alta classe, spedisce in rete il pallone del 2 a 0.

L’inizio di ripresa, però, cambia le carte in tavola e riaccende la fiamma negli uomini di Klopp, apparsi fin da subito più determinati nel recuperare il risultato. Svolta che arriva al 51′, quando Salah sfrutta una deviazione per incunearsi e battere Courtois.

Non basta la rete dell’egiziano a riportare sui giusti binari il match, perché al 65′ è ancora Vinicius Jr. a piegare le mani di Alisson dopo la precisa assistenza di Modric in area di rigore. 3 a 1 che spegne la carica del Liverpool e attenua la spinta ospite.

Non basta la volontà ai ragazzi di Klopp per trovare il secondo gol che avrebbe reso la sfida di ritorno più in bilico: ad Anfield servirà la prestazione perfetta dei padroni di casa per ribaltare i pronostici e guadagnare il pass per la semifinale.

Pietro Marchesano
Mi chiamo Pietro, ho 24 anni e studio Lingue e Letterature Moderne all'Università di Salerno. Sempre con la testa in giro per il mondo, scrivo di cronaca, cultura e sport. Divoro film come partite di pallone.

Covid-19

Italia
58,752
Totale di casi attivi
Updated on 23 July 2021 - 23:50 23:50