Regionali Francia, il Fronte Nazionale è il primo partito

Marine Le Pen, Fronte Nazionale
Il Fronte Nazionale vince il primo turno delle regionali francesi, battendo socialisti e repubblicani.

Regionali Francia – Exploit del FN: su 13 regioni andate al voto, in sei hanno raggiunto la maggioranza relativa. Tra una settimana il ballottaggio

Regionali Francia – Stando alla teoria della probabilità, un valore atteso, è quella grandezza media, che ci si aspetta, data una distribuzione casuale. In altre parole, partendo da un’ipotesi, si attende un certo risultato, in via generale. Ora, di certo non voglio inoltrarmi nell’intricato mondo della statistica, che credo possa essere definita, all’unanimità, noiosa e sconcertante per certi versi, ma il risultato delle regionali francesi, in fondo, è un valore atteso.

Mi spiego: il Fronte Nazionale, partito di estrema destra, guidato da Madama Marine Le Pen, figlia di Jean Marie, fondatore del FN, al primo turno, si attesta intorno al 28%, al secondo posto i Repubblicani di centro destra dell’ex presidente Sarkozy, i quali hanno ottenuto il 26.8%, ed infine i Socialisti di Hollande, che raccolgono sono il 23%. Un’ulteriore disfatta per il presidente in carica, che dopo le tornate elettorali del 2014 e del 2015, non riesce proprio ad arginare la deriva destroide. Il Partito Socialista ha subito annunciato il ritiro dei candidati, là dove ha poche possibilità di vittoria la secondo turno, vista la predominanza della destra.

regionali franciaD’altro canto, la politica antieuropeista, antiatlantista, solo formalmente liberale, ma sostanzialmente conservatrice, con gradazioni reazionarie, in temi di giustizia, sicurezza,cittadinanza, immigrazione, e  pluralismo religioso, ha dato i suoi frutti: la Le Pen è riuscita a “riempire la pancia dei francesi”, affetti da inquietudine ed ansietà, generate da dinamiche strutturali, e cioè dall’attuale congiuntura economica, da un mondo del lavoro sempre più precario e flessibile, da un capitalismo sempre più spietato. E ovviamente, le stragi del 13 novembre, hanno spinto gli elettori ad affidarsi a chi, sull’Islam, ha mostrato una dura resistenza.

Marine ha ottenuto il 42.1% per la regione Nord Pas-de-Calais Picardie, distanziando, di quasi 20 punti, il candidato del centro destra Xavier Bertrand.

Il Fronte Nazionale si compone di un’altra Le Pen, Marion Maréclan, 26 anni, in corsa per la Provenza, dove ha raccolto il 41%, distanziandosi, di oltre 10 punti, dal candidato del centro destra, Christian Estrosi. Marion, rispetto alla zia, ha opinioni ancora più intransigenti, essendo una cattolica praticante, contraria all’aborto, all’eutanasia, e alle unioni gay.

Tra una settimana, il secondo turno. Chissà se ancora una volta, il determinismo statistico produrrà il risultato atteso.