1 Giugno 2018 - 08:00

Riccardo Fraccaro, chi è il Ministro per i Rapporti con il Parlamento

fraccaro gaffe

Il ministero per i Rapporti con il Parlamento, nel Governo Lega-M5S, sarà diretto da Riccardo Fraccaro. Classe ’81, lotta da sempre per combattere gli sprechi della politica e per salvaguardare l’ambiente

Il nuovo Governo Lega-M5S è finalmente realtà. Dopo tanto penare, finalmente, l’Italia può gioire. Ed è già pronta anche la squadra di Governo. Squadra che, al suo interno, potrà contare sull’apporto di Riccardo Fraccaro per quanto riguarda i Rapporti con il Parlamento.

Definito da molti il “pretoriano” voluto dal “vate” Luigi Di Maio, Fraccaro ha sempre avuto un occhio di riguardo nei confronti dei costi/sprechi della politica. Non si esclude, sotto questo punto di vista, la possibilità di avallare riforme proprio in questo campo.

Altro punto di forza del nuovo ministro è la smisurata lotta per salvaguardare l’ambiente. Infatti, si è sempre contraddistinto per un grande impegno profuso nel settore, lavorando anche per una compagnia di servizi energetici.

Ma inquadriamo meglio il profilo.

Riccardo Fraccaro: chi è?

Nato a Montebelluna, in provincia di Treviso nel 1981, Riccardo Fraccaro si laurea in diritto internazionale dell’ambiente nel 2011. Precedentemente, aveva fondato il Meetup di Trento.

Dopo vari lavori come dipendente di una società elettrica, si candida con il Movimento 5 Stelle in Trentino-Alto Adige alle elezioni politiche del 24 e 25 Febbraio 2013. Candidato alla Camera, risulta l’unico deputato pentastellato eletto nella regione.

All’alba della XVIII legislatura è stato nominato Questore anziano della Camera. Come si legge nella sua scheda pubblicata sul Blog delle Stelle, il deputato trentino è “l’autore della norma che ha consentito di eliminare gli affitti d’oro di Montecitorio con un risparmio per la finanza pubblica di 32 milioni di euro l’anno, circa 130 milioni nella legislatura“.

Il pensiero politico

Il suo contributo in campo politico si fa sentire fin dalla sua discesa in campo. Tra le proposte di legge presentate spiccano quelle sulla democrazia diretta, sul conflitto di interessi e sul reddito energetico, già applicata nel Comune di Porto Torres.

Membro del collegio dei probiviri M5S, Fraccaro è inoltre autore delle norme per l’applicazione della tecnologia V2G in Italia e per l’introduzione di meccanismi premiali a favore delle imprese che utilizzano beni e servizi da filiera corta.

Da sempre impegnato nei temi relativi la partecipazione e il decentramento, si è occupato anche di autonomia nel corso della XVII legislatura. Si ricorda anche per una grande battaglia, condotta nei confronti degli affitti d’oro degli organi costituzionali.

Arriva così in Parlamento anche la battaglia più sentita dal Movimento, il taglio ai vitalizi dei parlamentari.