Robin Williams e il documentario sugli ultimi mesi prima del suicidio

l'attimo fuggente robin williams

Sei anni fa moriva Robin Williams: dopo tanti anni arriva il documentario “Robin’s Wish” che racconta i mesi prima della scomparsa

Attore, cabarettista, produttore, regista e tanto altro ancora: sei anni fa si toglieva la vita Robin Williams.

Una delle figure maggiori nello scenario cinematografico americano e non solo, Robin Williams moriva proprio l’11 Agosto del 2014, impiccandosi nella propria abitazione in seguito alla scoperta di una grave malattia. Per l’attore restavano pochi anni di vita a causa di una malattia neurodegenerativa.

La scelta di togliersi la vita viene commentata oggi dalla sua terza moglie che gli è stata vicino fino all’ultimo giorno prima di tale scelta:

“Se gli fosse andata bene avrebbe avuto magari tre anni di vita e sarebbero stati tre anni duri, probabilmente sarebbe stato internato. Alla fine, non aveva nemmeno più il controllo della sua voce, era sobrio, completamente pulito, ma soffriva di ansie”.

Oggi, in onore di Robin Williams arriva un documentario che racconta gli ultimi vita della sua vita, prima del crollo psico-fisico che lo ha portato alla decisione di suicidarsi.

Il documentario mostrerà Susan che parla con medici, amici e colleghi con cui, Robin Williams ha condiviso il set del suo ultimo film “Una notte al museo-Il segreto del faraone”. Il regista del film, Shawn Levy, racconta: “Sul set era chiaro a tutti che a Robin stava succedendo qualcosa e ricordo che un giorno mi disse ‘Non so cosa mi stia succedendo, non sono più io’ ”.

Oggi, intanto, anniversario della sua morte, tantissime persone lo ricordano con affetto e con parole piene d’amore, rievocando alcune delle sue maggiori interpretazioni cinematografiche.