Musetti
Foto: YT Roland Garros

Musetti va avanti 2-0 contro Djokovic ma poi un crollo fisico permette al serbo di rientrare e vincere la partita al 5° grazie al ritiro del toscano. Ai quarti contro Berrettini

Uno straordinario Lorenzo Musetti si ferma agli ottavi di finale del Roland Garros: dopo due ore giocate alla grande contro Novak Djokovic, andando avanti di due set, l’azzurro paga un crollo fisico che permette al serbo di ribaltare la partita e vincere al 5° set, grazie anche al ritiro del toscano sul 4-0. Il numero 1 al mondo ai quarti di finale se la vedrà con Matteo Berrettini, qualificato grazie al ritiro di Roger Federer.

Potrebbe interessarti:

La prestazione di Musetti è da giudicare fino al termine del secondo set: il tennista di Carrara gioca un primo set di rimonta, recuperando un break nel 5° gioco e trascinando il serbo al tiebreak. Qui anche è bravo a riprendere da una situazione di svantaggio e chiude 9-7 dopo 75 minuti. La storia si ripete anche nel 2° ma è Djokovic a recuperare un break e rimettere le cose al posto, andando così nuovamente al tiebreak. Musetti dimostra grande maturità al cospetto del numero 1 al mondo, rifilando un netto 7-2 che lo porta sul 2-0 e fa sognare i tifosi del Philippe Chatrier ed anche gli italiani a casa.

E qui inizia un’altra partita: Musetti accusa problemi fisici, legati alla stanchezza dei due set giocati precedentemente ed anche ai 5 disputati contro Cecchinato nel 3° turno, rimanendo piantato ad ogni colpo. Ed è così che Djokovic riemerge dal baratro, rifilando un 6-1 6-0 senza appello e trascinando il tennista azzurro al 5° set. Il toscano cerca di recuperare energie tra il 4° ed il decisivo set ma ormai Nole va in automatico e domina con un Musetti che va in preda alla rabbia per via delle sue condizioni fisiche, giunto allo stremo e praticamente zoppicante. Il triste epilogo arriva al 4° game quando si ritira e lascia strada libera a Djokovic per il turno successivo.

Nole porta a casa la partita più l’accesso ai quarti di finale ma per il numero 1 al mondo è suonato un campanello d’allarme importante dopo i primi due set contro Musetti. Adesso Berrettini è chiamato alla “vendetta”.

Letture Consigliate