Tevere
Immagine da Pixabay

Secondo un testimone, il velivolo avrebbe tranciato un cavo dell’alta tensione, prima di cadere nel Tevere. I Vigili Del Fuoco hanno trovato il relitto

Una nuova tragedia accade in quel di Roma. Nella riserva naturale Farfa, molto vicina alla capitale e al fiume Tevere, un elicottero si è disperso ieri, intorno alle 17. Questa mattina lo stesso velivolo è stato trovato in acqua. Stando alle prime ricostruzioni, si tratta di un velivolo civile che, dopo aver toccato i cavi dell’alta tensione, è precipitato in acqua nel giro di una manciata di secondi. Sul posto si sono precipitati i Carabinieri, seguiti a ruota dai Vigili del Fuoco con squadre di terra, sommozzatori e un elicottero, il Drago 58.

Secondo i Vigili del Fuoco, l’elicottero è caduto nei pressi del ristorante “Piccolo Paradiso“.
Ma noi non ci siamo accorti di nulla. Forse è accaduto in una parte che da qui non riusciamo a vedere.” hanno spiegato dal locale. Il velivolo è stato individuato con l’ecoscandaglio sul letto del Tevere. Le operazioni di recupero del mezzo e dell’equipaggio andranno avanti fintanto che c’è luce.

Nelle ricerche che si stanno svolgendo nel Tevere, sono stati impiegati anche i guardiaparco della Riserva, che conoscono perfettamente la zona. In più, possono fornire indicazioni sulle caratteristiche dei luoghi, specialmente in relazione all’altezza delle acque, con lo scopo di restringere il campo delle ricerche.

Abbiamo messo a disposizione delle squadre dei sommozzatori i nostri battelli normalmente adibiti al servizio di navigazione collettiva. Insieme al gommone dei vigili del fuoco stanno perlustrando le zone.” ha spiegato il presidente della Riserva, Dario Esposito.