Sassuolo-Inter 3-4: il binomio Martinez-Lukaku regna al Mapei Stadium



sassuolo inter
twitter inter

L’Inter di Conte conquista la vittoria al Mapei Stadium di Reggio Emilia, e si porta a -1 dalla Vecchia Signora grazie alla coppia Martinez-Lukaku

Al ‘Mapei Stadium’, spettacolo ed emozioni tra Sassuolo-Inter: i ragazzi di Conte si impongo per 4-3, grazie alle doppiette di Lautaro Martinez e Romelu Lukaku ma nel finale rischiano tantissimo.

Primo tempo

I nerazzurri irrompono al Mapei Stadium, grazie a un gol di grande fattura messo a segno da Lautaro Martinez, pochi secondi dopo lo scorrere del primo minuto. Eppure il match torna subito equilibrato, infatti non tarda ad arrivare il gol del pareggio (15′), eseguito da Berardi che incrocia sul secondo palo e trova un angolo impossibile, siglando l’1-1. Il 25enne calabrese ha ritrovato la rete dopo tre giornate.

Al 25′ arriva la doppietta del 22enne argentino, annullato non per posizione irregolare, ma per fallo di Lukaku in area di rigore. Altro gol annullato al 32′, stavolta a sfavore del team di Roberto De Zerbi, eseguito da Ciccio Caputo che trova un ottimo spiraglio per farsi servire, seppur in fuorigioco.

Suicidio tattico del Sassuolo al 37′, che lascia troppo spazio a Romelu Lukaku, che riporta in vantaggio i nerazzurri con un gol di rabbia e potenza, il quale può significare tanto per lui in questa stagione. Messo giù in area di rigore l’incontenibile Martinez, e il check del VAR è stato interrotto da un insolito e comico paracadutista atterrato in campo.

Così, al 45′, Romelu Lukaku timbra la sua doppietta dal dischetto e siamo a 1-3. Seconda metà del primo tempo dominata dal team di Antonio Conte.

Secondo tempo

Secondo tempo caratterizzato da poche occasioni non portate a termine, fino al 70′, quando Martinez bolla l’1-4, realizzato per la seconda volta da calcio di rigore. Poi subito, al 73′ segna di punta Djuricic sfruttando la palla persa dal nuovo entrato nerazzurro Lazaro, portando così il punteggio a 2-4.

Finale infuocato, a dieci minuti dal triplice fischio Jeremie Boga, dopo aver agilmente dribblato 3 uomini, piazza la sfera nell’angolo basso del secondo palo: imprendibile per il capitano nerazzurro.

I nero-verdi sembrano spuntare da tutte le parti allo scadere del tempo, mettendo l’Inter in trincea, seppur senza incidere ulteriormente sul risultato, perchè Piero Giacomelli suona il triplice fischio e la partita si conclude con un punteggio di 3-4.

Leggi anche