serie A

In questa stagione le tre squadre liguri hanno ottenuto la salvezza in Serie A e così il prossimo anno si spera che i tifosi possano godersi questi derby dal vivo

A vedere le quote di inizio stagione della Serie A appena conclusasi, lo Spezia era nettamente sfavorita sui vari bookmakers (se non conoscete bene il mondo delle scommesse ma siete interessati potete consultare le sisal recensioni), ma attraverso un gioco offensivo e a tratti addirittura spregiudicato è riuscita a salvarsi con risultati anche a sorpresa come la vittoria contro il Milan o la vittoria in trasferta a  Napoli.

Potrebbe interessarti:

Il mister Vincenzo Italiano, alla sua prima esperienza in Serie A si è dimostrato un allenatore moderno, attirando su di sé l’interesse di vari club, e per questo la permanenza in Liguria è in bilico. Anche la proprietà è cambiata visto che la famiglia Volpi ha ceduto le quote societarie a una cordata americana comandata da Robert Platek.

Alcuni giocatori che hanno contribuito alla salvezza, come  Verde (strepitoso il suo gol contro la Lazio in rovesciata), Chabot, Piccoli, Agoume, Sena, Saponara, Estevez e Agudelo sono in prestito e chissà se torneranno alla squadra padrone del cartellino o si sceglierà una diversa soluzione. Maggiore e Nzola invece potrebbero essere sacrificati sul mercato in modo da generare un ingente plusvalenza con la quale andare alla ricerca di giovani talenti con il quale finanziarsi negli anni.

Un modello di mercato che sarà simile anche in casa Genoa. La formazione di Ballardini è dipendente dalle volontà del presidente Preziosi e visto quello che è successo già in passato, bisognerà attendere ancora qualche tempo per scoprire se il mister sarà confermato. Per quanto riguarda i giocatori c’è il caso Pandev: il giocatore macedone aveva annunciato di ritirarsi dopo aver disputato gli Europei con la Macedonia del Nord, ma forse l’ex Inter e Lazio ci sta ripensando, visto che ha dimostrato di essere ancora un giocatore che può dimostrare le sue qualità in diverse partite.

A centrocampo Rovella è stato ceduto alla Juventus, ma potrebbe rimanere un anno in rossoblu per continuare il suo percorso di crescita avendo molte possibilità di giocare titolare.

Discorso diverso per Scamacca che tornerà al Sassuolo, prima di capire se avrà spazio in neroverde o se verrà ceduto per fare cassa o a una big che ha bisogno di una riserva all’altezza o a una squadra che gli garantisce la titolarità.

Perin potrebbe tornare alla Juventus per sostituire Gigi Buffon che magari potrebbe fare il percorso inverso scegliendo un esperienza proprio nel Genoa.

È difficile che venga confermato Strootman visto il pesante ingaggio del centrocampista olandese mentre per Zappacosta potrebbe nascere una trattativa con il Chelsea per discutere di un suo eventuale acquisto a titolo definitivo o allungare il prestito di almeno un’altra stagione.

Sul mercato si cercheranno giovani interessanti da valorizzare più qualche innesto esperto, magari a prezzo di saldo, utile ad aumentare il carisma e la personalità all’interno dello spogliatoio.

La Sampdoria, reduce da un nono posto in classifica in Serie A, saluta Ranieri dopo che il tecnico romano non ha trovato con la proprietà un accordo economico per rinnovare il contratto e così Ferrero sonda il mercato degli allenatori. Qualche tempo fa si era parlato di Stankovic, ma la pista sembra essersi raffreddata visto che il serbo ha rinnovato con la Stella Rossa. Potrebbe tornare Giampaolo, in cerca di riscatto dopo la delusione esperienza con il Torino e in questo caso quasi sicuramente torneranno alla Sampdoria anche Linetty e Murru giocatori che ha voluto nella sua ultima esperienza, ma di proprietà ancora della Sampdoria. Gli altri nomi che circolano sono quelli di D’Aversa e di Gotti.

In attacco Torregrossa potrebbe diventare un valore aggiunto dopo l’investimento fatto a gennaio, anche se gli infortuni lo hanno frenato nella seconda parte di stagione, mentre Keità potrebbe tornare al Monaco. Al capitano Quagliarella è stato offerto un rinnovo del contratto, ma in caso di addio la Samp dovrà cercare un attaccante titolare per sostituirlo.

Sul mercato verrà ceduto almeno uno tra Audero (nel caso si pensa alla soluzione interna rimpiazzandolo con Falcone reduce dal prestito in Serie B), Bereszynski, Colley e Damsgaard per generare una plusvalenza. Magari potremmo assistere in entrata ad un’operazione simile a quella fatta con Candreva, cioè cercare un giocatore d’esperienza in grado di fare ancora la differenza.

Letture Consigliate