Serie A: segui la cronaca in diretta del match Lazio-Inter



lazio, inter, serie a
Foto: profilo Facebook ufficiale S.S. Lazio

Sfida Champions questa sera tra Lazio e Inter, nell’ultimo turno del campionato di Serie A. Un solo risultato utile per i neroazzurri: la vittoria. Segui la cronaca del match su Zon.it

La Serie A si chiude con il big match in notturna tra Lazio e Inter. Le due squadre, separate da soli 3 punti, si giocano un posto in Champions League. I neroazzurri partono svantaggiati; la squadra di Spalletti ha solamente un risultato, la vittoria, per coronare il sogno Champions e ritornare così tra le grandi. La squadra di Inzaghi, d’altra parte, può accontentarsi anche di un semplice di pareggio.

L’Olimpico sarà una bolgia, e questa sera le due squadre si daranno battaglia.

QUI INTER – Spalletti ha scelto i suoi migliori 11 per continuare a credere nel sogno Champions. Il tecnico scenderà in campo con un 4-2-3-1, con Icardi unica punta. Alle sue spalle agiranno Candreva, Rafinha e Perisic.

Gagliardini partirà dalla panchina; al suo posto Vecino.

QUI LAZIO – Inzaghi giocherà il tutto per tutto tra le mura di casa senza Luis Alberto. Una buona notizia però arriva dall’infermeria: Immobile ha recuperato e partirà nell’11 titolare.

L’attaccante verrà supportato da Felipe Anderson.

FORMAZIONI UFFICIALI

Lazio (3-5-1-1): Strakosha; Luiz Felipe, de Vrij, Radu; Marusic, Murgia, Leiva, Milinkovic, Lulic; Anderson; Immobile.
Inter (4-2-3-1): Handanovic; Cancelo, Skriniar, Miranda, D’Ambrosio; Vecino, Gagliardini; Candreva, Rafinha, Perisic; Icardi.

Primo Tempo

Mancano ormai pochi istanti al fischio d’inizio. All’Olimpico è tutto pronto per il big match.

1′-Partito il match. Primo pallone giocato dai neroazzurri.

2′- Felipe Anderson prende un colpo da D’Ambrosio. Il brasiliano si rialza subito.

3′- Perisic mette in mezzo, ma la difesa laziale è attenta e spazza via.

4′- Perisic mette in mezzo per Icardi, ma l’argentino stecca clamorosamente il pallone.

7′- Palla gol sprecata dalla Lazio. Luiz Felipe spara alto a pochi passi dalla porta difesa da Handanovic.

9′- LAZIO IN VANTAGGIO. MARUSIC INSACCA  NELLA PORTA DI HANDANOVIC.

L’esterno, su assist di Milinkovic, insacca nel’angolino grazie alla deviazione decisiva di Perisic.

13′- Prima ammonizione della partita. Brozovic commette fallo su uno scatenato Milinkovic e vienepunito con il giallo.

16′-Conclusione dalla distanza di Vecino; Strakosha blocca senza problemi.

21′- Icardi spreca un’ottima chance per agguantare il pareggio. Il centravanti, a tu per tu con Strakosha, calcia male e manda fuori.

23′- Fallaccio di Miranda ai danni di Murgia. per il difensore è solo giallo.

Punizione pericolosa conquistata dai ragazzi di Inzaghi.

Milinkovic-Savic colpisce il palo ad Handanovic battuto.

26′- Ammonizione per Luiz Felipe.

27′- Grande intervento di Radu ad anticipare Icardi.

29′- PAREGGIO DELL’INTER. D’AMBROSIO AGGUANTA L’1-1.

Il difensore neroazzurro, sugli sviluppi di un angolo, sbuca alle spalle retroguardia laziale ed insacca in rete.

33′- Ammonizione per Lulic.

37′- La partita comincia ad incattivirsi. Leiva stende Rafinha e prende il giallo.

41′- RADDOPPIO LAZIO! FELIPE ANDERSON NON PERDONA. 2-1 LAZIO

Il brasiliano concretizza al meglio un contropiede innescato da Lulic, infilando nell’angolino basso nella porta difesa da Handanovic.

44′- Gran missile di Milinkovic-Savic dal limite. Handanovic si distende e allontana con i pugni.

46′- Palla gol sprecata da Perisic. L’esterno spara alto a pochi metri dalla porta.

L’arbitro manda le squadre negli spogliatoi. Il big match di Serie A non sta deludendo le aspettative. La Lazio ha disputato una prima parte ad alta intensità, e sta conducendo meritatamente, a discapito di un Inter poco lucida sotto porta. Le palle gol sprecate da Icardi pesano come un macigno.

Secondo tempo

45′- Parte la ripresa all’Olimpico.

50′- Primo corner della ripresa per i neroazzurri. Niente da segnalare sugli sviluppi del calcio da fermo.

52′- Cross pericoloso di Marusic. Sulla traiettoria,però, non arriva nessuno.

53′- La retroguardia neroazzurra respinge un tiro a botta sicura di Lulic.

55′- Perisic stacca di testa,ma non riesce a da forza al pallone. Strakosha blocca senza problemi.

57′- Ottimo cross di Cancelo per Perisic. Il croato, però, non inquadra la porta.

60′- Uscita provvidenziale di Strakosha. Il portiere sceglie bene il tempo, ed anticipa così Perisic.

61′- primo cambio per Spalletti. Fuori Candreva e dentro Eder.

66′- Felipe Anderson calcia da posizione defilata. Il pallone finisce sull’esterno della rete.

68′- Spalletti prova il tutto per tutto. Fuori Rafinha e dentro Karamoh.

71′- L’arbitro ricorre al VAR per un episodio sospetto.

L’assistente virtuale ha fatto cambiare idea a Rocchi. Niente calcio di rigore per l’Inter.

74′- Inzaghi sostituisce Immobile; al suo posto entra Lukaku.

77′- RIGORE PER I NEROAZZURRI. DE VRIJ STENDE ICARDI IN AREA.

Sul dischetto si presenta Icardi. L’argentino spiazza Strakosha e porta il risultato sul 2-2.

79′- La Lazio rimane in 10. Lulic commette un fallo ingenuo su Brozovic  e colleziona il secondo giallo.

80′- Karamoh calcia da pochi metri. Strakosha si oppone coni guantoni.

81′- MATIAS VECINO HA RIBALTATO IL RISULTATO. L’URUGUAIANO HA INSACCATO DI TESTA.

Sugli sviluppi di un calcio d’angolo, il numero 11 neroazzurro anticipa tutti ed insacca nell’angolino. Partita ribaltata nel giro di 4 minuti.

83′-Immediata reazione dei biancocelesti. Milinkovic prova la conclusione da fuori; palla fuori di poco.

88′- Fallo di Luiz Felipe su Icardi. Calcio di punizione dal limite per i neroazzurri.

90ì- Calcio d’angolo per la Lazio. Il pallone non crea pericoli, e viene spazzato fuori.

Quattro minuti separano i neroazzurri dalla Champions.

Finisce all’Olimpico. L’Inter rimonta clamorosamente il risultato e batte la Lazio 3-2; la squadra di Spalletti ritornerà finalmente nell’Europa che conta. Inzaghi ha visto un sogno infrangersi proprio tra le mura di casa; per i biancocelesti solo Europa League.

Icardi e Vecino sono gli uomini dell’impresa; per i biancocelesti, invece, pesano le ingenuità di De Vrij e Lulic.

Leggi anche