3 Novembre 2017 - 18:42

Serie A, ultime dai campi. Juve riecco Bernardeschi, il Milan si affida a Kalinic

serie a

Aspettando l’anticipo della 12° giornata di Serie A, ecco qui le ultime dai campi principali

Chievo-Napoli

Dopo la dolorosa sconfitta da parte dei partenopei subita mercoledì sera al San Paolo contro il Manchester City, il Napoli vuole ripartire subito e riconcentrarsi sul campionato. Dalla squadra di Sarri non si aspetta gran turnover, i possibili cambi possono essere due: Zielinski e Diawara al posto degli instancabili Allan e Jorginho; Ghoulam invece costretto a stare fuori fino a fine stagione, a causa della rottura del legamento crociato anteriore destro, sarà sostituito da Maggio.

Il Chievo, che arriva da due sconfitte consecutive contro Milan e Sampdoria, affronta il Napoli cambiando radicalmente la sua formazione passando così al 4-3-2-1.

In difesa confermando Cacciatore, Dainelli, Gamberini e Gobbi, recuperato Hetamaj a centrocampo, lo affiancherà l’insostituibile Radovanovic e uno tra Bastien e Rigoni. Dietro la punta Inglese ci saranno Birsa, che sarà più avanzato del solito, e Castro.

Juventus-Benevento

La vecchia signora arriva da un pareggio molto scomodo in Champions contro lo Sporting Lisbona, perciò vuole tornare subito alla rincorsa del primo posto. In questa giornata l‘Allianz Stadium ospiterà un ormai desolato Benevento che si trova infondo alla classifica con 0 punti. A rischiare il posto nella Juventus sono ben 7 big che daranno più spazio a chi per adesso ne ha avuto di meno. In porta questa volta potrebbe riposare il monumento di questa squadra, Gianluigi Buffon, che può dar spazio al suo secondo Szczesny. In difesa confermato Rugani e può riposare uno dei due tra Barzagli e Chiellini; a centrocampo torna dopo l’infortunio torna Claudio Marchisio al posto di Pjanic, e ritrova i posto da titolare Matuidi che farà rifiatare Khedira; in attacco sono pronti Douglas costa e Bernardeschi, i due potrebbero rigiocare insieme come contro la Spal dove hanno dimostrato di avere buon feeling, spazio che sarà fatto a discapito di Cuadrado e del guerriero Mandzukic.

Il Benevento rispetto alla partita di domenica scorsa cambierà ben poco. In difesa rientrerà Letizia, mentre in attacco si rivedrà dal primo minuto Amato Cicireti, a sostegno dell’unica punta Iemmello.

Fiorentina-Roma

La Viola nelle ultime 4 partite ha totalizzato 9 punti. All’Artemio franchi scenderà in campo una Fiorentina quasi dei titolarissimi, l’unico a mancare all’appello sarà Cyril Thereau, che cercherà di recuperare fino all’ultimo.

La Roma, dopo la bellissima e convincente vittoria in Champions League contro il Chelsea cerca conferme, in difesa Manolas tornerà titolare e Florenzi tornerà a fare il terzino destro a causa dei vari infortuni di Bruno Peres e Karsdop. A centrocampo si rivedrà Gonalons che farà rifiatare De Rossi, mentre in attacco confermato il tridente, Perotti-Džeko-El Sharawy.

Inter-Torino

I nerazzurri a cerca di punti per continuare il loro commino fin qui perfetto. Nel lunch match l’Inter scenderà in campo con i titolarissimi, confermando come terzino sinistro Nagatomo, che sta disputando ottime partite e davanti la difesa, in coppia con l’insostituibile Vecino, Gagliardini.

Il Torino cambierà pochissimo. Ormai ritrovato Belotti, tornato dall’infortunio che lo ha tenuto fuori dai campi per 4 settimane, tornerà titolare Acquah che prenderà il posto di Niang. In attacco con il “Gallo” Belotti ci saranno i soliti, Iago Falque e Ljajic.

Sassuolo-Milan

Sassuolo-Milan è la partita che chiude la 12° giornata di Serie A.

I neroverdi arrivano da due sconfitte consecutive, contro Udinese e Napoli, e affronteranno il Milan cambiando tutto il centrocampo, passando da:”Cassata-Sensi-Mazzitelli” a “Missiroli-Magnanelli-Sensi”, quest’ultimo in forte ballottaggio con Mazzitelli. In attacco invece confermato il tridente, Ragusa-Falcinelli-Politano.

Il Milan invece sì trova davanti a un bivio. Nelle ultime 5 partite ha totalizzato solo 3 punti sprofondando così a -15 dal primo posto. I rossoneri scenderanno in campo con il 3-4-2-1, confermando la difesa a 3 con, Zapata-Bonucci-Romagnoli e cambiando il centrocampo con Kessie-Borini-Locatelli-Rodríguez, e mettendo a sostegno dell’unica punta Kalinic, Suso-Chalhanoglu.