16 Luglio 2018 - 19:43

Serie B choc: Bari e Cesena non fanno ricorso e falliscono

bari, cesena, serie b

Si chiude in maniera drammatica l’avventura in Serie B di Bari e Cesena: i pugliesi vedono saltare tutto sul filo di lana, gli emiliani falliscono

La Serie B perde definitivamente due protagoniste: il Bari ed il Cesena infatti dicono addio alla categoria, rinunciando al ricorso dopo l’esclusione da parte della Covisoc. Adesso ripartiranno dai Dilettanti.

I pugliesi sembravano aver trovato la soluzione, facendo dimettere Giancaspro per il duo Radrizzani-Napoli ma il tutto è saltato a poche ore dal termine.

“Negli ultimi giorni abbiamo valutato attentamente la possibilità di investire nel AS Bari insieme ad altri partners e investitori locali. Purtroppo il poco tempo disponibile per eseguire una due diligence dettagliata e approfondita consona ad una operazione con un alto profilo di rischio ci costringono a malincuore ad abbandonare questa idea e sfida. Auguriamo che la società possa essere salvata e restiamo disponibili a valutare future collaborazioni e investimenti”.

Questa la motivazione data dall’imprenditore, proprietario del Leeds United, club inglese militante in Championship.

Invece, spostandoci in Emilia, nell’ultimo CdA, il presidente Lugaresi non ha trovato una soluzione all’ingente debito ed è stato dichiarato il fallimento intorno alle 16. L’Emilia Romagna ripartirà con tre club storici tra i Dilettanti: infatti oltre ai bianconeri, anche Modena (già fallito la scorsa stagione) e Reggiana (rinunciataria al ricorso) ripartiranno dal fondo.

Adesso il Cesena passerà nelle mani del Sindaco Lucchi per provare a ripartire con dei nuovi possibili acquirenti e far rinascere la società emiliana il prima possibile.

Avellino presenta la domanda

Invece, la terza squadra esclusa dalla Covisoc, l’Avellino presenta la domanda di ricorso, mettendo a posto i conti e la fidejussione.

La società irpina potrebbe partire con qualche punto di penalizzazione, ma parteciperà quasi sicuramente al campionato di Serie B il prossimo anno. Cosa che non accadrà per Bari e Cesena, ormai collassate.