Serie B, l’Empoli fallisce il sorpasso, pari tra Perugia e Avellino



serie b cartellino verde

Si è chiusa la giornata di Serie B con i due posticipi che terminano con un doppio 1-1 e che non smuove di molto la classifica

Dopo che il Frosinone aveva agganciato la vetta solitaria della Serie B, l’Empoli aveva l’occasione per effettuare il contro-sorpasso. Occasione sprecata per i toscani che impattano 1-1 al Castellani contro lo Spezia.

Gli uomini di Vivarini si sono ritrovati a dover rincorrere i liguri che erano passati in vantaggio al settimo della ripresa con Mastinu. L’attaccante, ricevuta palla da Maggiore, ha calciato al volo di sinistro dal limite, cogliendo di sorpresa Provedel, leggermente fuori dai pali.

Il pari dei padroni di casa è arrivato a 12′ dalla fine grazie a Manuel Pasqual. Il capitano segna con la specialità della casa, il calcio di punizione. Come a Salerno settimana scorsa, il 23 calcia e lascia di sasso Di Gennaro che non prova nemmeno a distendersi. L’Empoli, nel finale, ha provato a portarsi avanti ma il tentativo è stato vano. I toscani avanzano piano in classifica (quota 21) mentre gli uomini di Gallo (al secondo pari consecutivo) salgono a 15.

Monday Night, Cerri risponde ad Ardemagni

Perugia e Avellino erano a caccia di riscatto: dopo un inizio da sogno, con gli umbri addirittura primi e gli irpini nei piani alti, le due squadre si ritrovavano a sfidarsi per non immischiarsi in zona pericolo. Al Curi però termina 1-1.

Il primo tempo è molto divertente con occasioni da ambo le parti e con le due squadre che recriminano per due episodi. L’Avellino vede annullarsi un gol di Di Tacchio per un fuorigioco, gli umbri protestano per un tocco di mano di Laverone in area. Entrambi gli episodi sono apparsi dubbi. Al 42′, Ardemagni porta in vantaggio gli irpini con un colpo di testa che non lascia scampo a Rosati. Per il centravanti è il classico gol dell’ex.

Nella ripresa, il Perugia cerca il pareggio e Breda getta nella mischia Terrani e Cerri. Proprio quest’ultimo viene ammonito per proteste dall’arbitro dopo un fallo subito in area irpina. Laverone (ancora lui) lo mette giù ma per La Penna è solo calcio d’angolo. Gli umbri sfiorano il pari con Volta e Bandinelli, che non centrano il bersaglio. Al 75′ arriva il rigore per i padroni di casa, ma l’arbitro sbaglia ancora: Molina in area tocca il pallone di petto, ma per il fischietto di Roma è con la mano. Dal dischetto, Cerri fa 1-1 e il “Curi” esplode. Nel finale, i perugini provano a mettere alle corde gli ospiti, ma la squadra di Novellino (allontanato per proteste nel recupero) fa buona guardia. Anzi Di Tacchio ha l’occasione al 92′ ma Rosati è bravo a deviare in angolo. Il risultato non cambia più e le due squadre si dividono il punto.

In classifica non cambia molto: Avellino sale a 17, Perugia a 15. Per gli uomini di Breda è il secondo pareggio consecutivo dopo il 3-3 di Cremona. Gli irpini riscattano a metà il passo falso contro il Parma di 8 giorni fa.

QUI la nuova classifica di Serie B aggiornata

Leggi anche