Serie B, il Palermo riparte dalla D: ripescato il Venezia



Serie B
Foto: Sito Serie BKT

E’ finalmente arrivata l’ufficialità: il Palermo ripartirà dalla Serie D. Ritrova la Serie B, invece, il Venezia di Tacopina

Il Palermo Calcio è stato ufficialmente escluso dalla Serie B 2019/2020: questa la decisione ufficiale del Consiglio Federale a seguito di inadempienze nell’iter amministrativo necessario per la regolare iscrizione al torneo cadetto.

Una decisione che sancisce definitivamente la retrocessione in Serie D dei rosanero e la contestuale riammissione del Venezia in Serie B. I lagunari, già ufficiosamente certi del ripescaggio, come ammesso dallo stesso patron Tacopina alla stampa, ritornano in cadetteria dopo la sconfitta ai play-out contro la Salernitana dello scorso 9 giugno.

E’ notte fonda, invece, a Palermo dove una delle piazze più calde e rappresentative d’Italia è stata trascinata nel baratro del fallimento dopo anni di acquisizioni fittizie e compravendite di dubbia natura.

Non è escluso che la società siciliana possa decidere di ricorrere al Tar del Lazio e, in caso di primo esito negativo, affidarsi eventualmente alla Cassazione.

Il sindaco Orlando, intanto, ha già emanato un bando di acquisizione per il Palermo Calcio, tracciando linee guida e parametri per chiunque sia interessato a rilanciare, partendo dai dilettanti, il team rosanero.

Tra i pretendenti più accreditati torna il nome di Massimo Ferrero che ha già espresso al primo cittadino il forte interesse di prendere le redini della squadra siciliana, sacrificando evidentemente il proprio impegno nella Sampdoria.

 

Leggi anche