Sinistra Italiana, la presentazione del gruppo Parlamentare



sinistra italiana

Si è tenuta ieri, 7 novembre, a Roma, al teatro Quirino, la presentazione ufficiale dei nuovi gruppi parlamentari. Sinistra Italiana lancia la sfida al PD e al M5s

Grandissimo successo per la presentazione dei nuovi gruppi Parlamentari di SELex Pd ed ex M5s. Nasce Sinistra Italiana che si pone come obiettivo quello di combattere la deriva Liberista di Renzi e di arginare il populismo e dilagante di M5s e Lega.

Tantissime le persone presenti al Teatro Quirino, a due passi dalla fontana di Trevi a Roma è  “Sold out” . Platea e palchi sono stracolmi di militanti, circa in 500 non sono potuti entrare per motivi di sicurezza. Perciò Stefano Fassina, Alfredo D’Attorre, Nicola Fratoianni e Arturo Scotto hanno deciso di uscire dal teatro, tra un intervento e l’altro, e “riprodurre” l’assemblea anche all’esterno, con un “bis” improvvisato in strada.

Ne faranno parte i 25 di Sel e 6 ex Pd. Al Senato nascerà solo in un secondo momento la componente del gruppo Misto che avrà lo stesso nome e includerà i 7 di Sel, Mineo e due ex M5s. Il gruppo della Camera, ha annunciato Monica Gregori, avrà come consulente economico l’economista statunitense premio Nobel Joseph Stiglitz.

Sinistra Italiana, la presentazione del gruppo Parlamentare

Siamo alternativi a liberismo da Happy Days – “Sinistra italiana ha una proposta di governo, alternativa al liberismo da Happy days del segretario del Pd”. Lo dice Stefano Fassina. “Abbiamo scelto di avviare i gruppi parlamentari intorno alla legge di stabilità perché la credibilità non si conquista con l’autocertificazione – tanti si dicono di sinistra – ma sui contenuti: i nostri emendamenti sono un messaggio all’Italia per dire chi siamo. Questa manovra iniqua è sinergica al partito della nazione: Renzi ha detto che attua il programma che Berlusconi non è riuscito ad attuare”.

Cosi invece il Alfredo D’Attorre“Si illude chi pensa che noi siamo qui per mettere su una sinistra di nicchia che fa il gioco del Partito della nazione. Puntiamo ad una formazione larga e patriottica. Saremo il Partito della Costituzione“. Quindi scandisce: “Onesta, sobrieta’, trasparenza, non a chiacchiere ma con testimonianza di vita. Per noi Berlinguer non e’ un pezzo museale ma eredita’ vivente“. E anche “generosita’: basta liberismi e individualismi. Abbiamo un’altra idea della politica, siamo una squadra e una comunita’. Prima viene il progetto e poi le ambizioni individuali“.

E a chi li definisce la “Cosa rossa” il capogruppo di Sel alla Camera e  futuro capogruppo di Sinistra italiana Arturo Scotto risponde: “Allora cominciamo a definire il Pd di Renzi ‘Cosa bianca‘ oppure il M5s ‘Cosa grigia‘, visti i proclami apocalittici e populisti di Beppe Grillo su Roma. E cominciate a chiamare ‘Cosa nera‘ il sodalizio che domani nella Bologna democratica stringeranno Berlusconi e Salvini”.

 

Leggi anche