Smartphone modulari, saranno il futuro?

Prima Pagina Smartphone modulari, saranno il futuro?

Smartphone modulari: il futuro della tecnologia mobile sembra orientarsi in questa direzione, dal progenitore “project ara” ai dispositivi che verranno

- Advertisement -

Sono passati circa due anni e mezzo da quando è nato “project ara”, un progetto di Google, che prometteva di cambiare il futuro degli smartphone. In sostanza, si tratta di dispositivi formati da una serie di “moduli”, che combinati tra loro, danno la possibilità all’utente di creare un telefono cellulare fatto su misura per le proprie esigenze.

Il progetto, ad oggi, sembra essere ad un punto di stallo, forse a causa delle problematiche tecniche che seguiranno, come ad esempio un’ulteriore frammentazione del sistema “Android“, o la scarsa ottimizzazione che potrebbe verificarsi.

- Advertisement -

In realtà, il “project ara”, ha dato il via alla creazione di una serie di smartphone, che in un certo senso, possono considerarsi modulari.

Smartphone modulari, saranno il futuro?
Smartphone LG G5

Il primo esempio di grande commercializzazione è il nuovo top di gamma di LG ( LG G5), il quale, sostanzialmente, è un dispositivo semplice e completo, con la particolarità, però, di poter aggiungere ulteriori moduli per estenderne le funzionalità. Al momento la scelta è tra due componenti : modulo CAM PLUS e modulo HI-FI PLUS. Il primo aggiunge una fotocamera potenziata rispetto a quella di base, dotata di zoom e di pulsanti fisici oltre ad una batteria da 1200 mAh. HI-FI PLUS, invece, come lascia intendere il nome, è più orientato verso i gusti degli audiofili, e consiste in un DAC, ovvero un convertitore digitale-analogico del suono, in grado di offrire maggior profondità e risoluzione del segnale audio.

- Advertisement -

 A fare tesoro dell’esperienza di “ara” è anche Motorola ( risollevata dal fallimento proprio grazie al rilevamento dell’azienda da parte di Google, poi passata a Lenovo), che ha in progetto due smartphone che usano una filosofia simile: Motorola X4 Vertex ( il medio di gamma) e Motorola X4 Vector Thin (il top di gamma).

Smartphone modulari, saranno il futuro?
Motorola X4

Due dispositivi molto differenti tra loro, per quanto riguarda la scheda tecnica, ma con un importante fattore comune: la compatibilità con una serie di cover posteriori modulari (i cosiddetti Amps, ovvero amplificatori), che potranno essere collegate al telefono con aggancio magnetico e con 16 pin di contatto atti ad estendere la funzionalità del dispositivo.

Alla presentazione iniziale dei Motorola, dovrebbero essere disponibili sei moduli: degli speakers stereo, un battery pack, un camera grip con flash e zoom ottico, un picoproiettore ed una cover con lente grandangolare. Solo in seguito potranno essere disponibili altri moduli frutto sia di Motorola che di aziende di terze parti, le quali potranno sviluppare tali moduli grazie alle API (interfacce di programmazione) che Motorola rilascerà.

- Advertisement -
Redazione ZON
Redazione ZONhttps://zon.it
I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo.

Covid-19

Italia
142,739
Totale di casi attivi
Updated on 20 October 2020 - 21:26 21:26