Stefano Cucchi, arriva il primo provvedimento

Stefano Cucchi

Dopo la richiesta di rinvio a giudizio, per i tre carabinieri accusati di omicidio preterintenzionale nell’ambito dell’inchiesta per la morte di Stefano Cucchi arriva la sospensione dal servizio

project adv

Nell’attesa che le lungaggini della giustizia italiana diano i primi risultati, ci pensano le regole dell’Arma a dare l’esempio. E’ di poco fa, infatti, la notizia del provvedimento emesso ai danni dei tre carabinieri imputati per la morte di Stefano Cucchi, che sono stati sospesi dal servizio con stipendio dimezzato.

Si tratta dei tre militari accusati di omicidio preterintenizionale, per i quali la Procura di Roma ha chiesto il rinvio a giudizio. La sospensione per i carabinieri scelti Alessio Di Bernardo e Raffaele D’Alessandro e il vicebrigadiere Francesco Tedesco è stata decisa a titolo precauzionale dal Comando generale dell’Arma.

Per gli altri due militari coinvolti nella morte di Stefano Cucchi non ci sono stati provvedimenti in quanto l’accusa che pende su di loro, quella di calunnia e falso, non prevede, almeno in questa fase, alcun provvedimento disciplinare interno all’Arma.

Video del giorno