Fifa, Infantino
Foto: YouTube

Secondo il New York Times, il numero uno del calcio e la stessa FIFA avevano deciso di appoggiare la Superlega, prima del dietrofront inglese

Ha del clamoroso ciò che sta uscendo oltreoceano. Infatti il New York Times, uno dei più importanti giornali statunitensi e mondiali, ha da poco rilasciato un’indiscrezione, che se verificata avrebbe del clamoroso. Secondo la testata americana, la Superlega e i club fondatori avrebbero avuto un alleato non indifferente dalla loro: stiamo parlando nientemeno che della FIFA e di Infantino.

Potrebbe interessarti:

Partiamo per gradi. Sul quotidiano USA, a cura di Tariq Panja, tra i documenti firmati dai club fondatori, vi era un requisito fondamentale: per la nascita della Superlega, era essenziale l’accordo con il soggetto ‘W01’, alias FIFA. Proprio la federazione internazionale, rappresentata dal proprio presidente, avrebbe deciso di appoggiare la creazione del nuovo campionato continentale, considerando i benefici che gli avrebbe portato. Infatti, dicendo si alla Superlega, i fondatori offrivano la partecipazione di una dozzina delle loro squadre al Mondiale per club. Oltre a ciò, i club avrebbero rinunciato al miliardo di dollari annuo che la Fifa avrebbe dovuto pagare per la loro presenza.

Per questo, al di là delle dichiarazioni pubbliche avverse sulla nuova competizione, Infantino aveva già organizzato con altri soci la creazione definitiva della Superlega. Infatti, nel Giugno 2020, il presidente si sarebbe messo in contatto coi finanzieri Anas Laghari e John Hahn, rappresentanti del gruppo denominato “A22”. A riprova di ciò, un’altra importante chiave per i fondatori sarebbe stata la richiesta ad Infantino di una polizza sui propri giocatori: essa sarebbe servita a tutelare gli atleti su eventuali sanzioni (poi davvero minacciate dalla UEFA).

Come racconta il NYT, addirittura Florentino Peres sarebbe stato molto soddisfatto di poter contare sull’approvazione della FIFA. Salvo poi ritrovarsi accerchiato dopo il dietrofront dei club inglesi, vero e proprio punto di svolta della vicenda Superlega. Mentre Ceferin insisteva con Infantino, chiedendogli di comunicare in modo definitivo la sua avversione, la rivolta dei tifosi della Premier ha messo fine a tutto. Dopo ciò, anche la FIFA decise di schierarsi con la UEFA e condannò ogni tentativo futuro dei club fondatori.

“C’era lui dietro la creazione della Superlega, gliel’ho detto di persona quando ci siamo incontrati al Congresso Uefa. L’ho detto e lo ripeto: dietro la nuova lega c’era Infantino” queste le parole di Javier Tebas, presidente della Liga spagnola. Infatti, secondo sempre il New York Times, adesso il presidente della FIFA si troverebbe sotto enorme pressione interna e non solo. Nel caso questa indiscrezione fosse davvero confermata avrebbe dell’incredibile.

Letture Consigliate