monastero terremoto san benedetto

Epicentro tra Norcia e Preci, la scossa di terremoto ha allertato anche le zone limitrofe: da Pagani a Salerno, passando per Nocera, è stato avvertito anche in Campania

[ads1]

Potrebbe interessarti:

Il dramma del Terremoto continua a spaventare l’Italia. Questa mattina il centro ha subito un altro duro colpo che è stato avvertito persino in Campania. 
Naturalmente, una simile scossa ha potuto innanzitutto aggravare la situazione già drammatica delle città colpite dagli scorsi terremoti ma, come accennato poco sopra, si registrano svariati altri colli. Ad esempio, ad Amatrice è crollata anche la Chiesa di Sant’Agostino ma Nicola Zingaretti, Governatore del Lazio, twitta che ci sono crolli anche ad Accumoli.
L’epicentro pare sia molto superficiale – solo circa 10 km di profondità – e si troverebbe a Norcia dove è crollato il monastero di San Benedetto. Tale è stata la potenza della scossa che tutto il centro Italia ha tremato, soprattutto l’Umbria ma anche Lazio e, abbiamo già riferito, anche il napoletano e il salernitano.

Enrico Mentana fa riferimento all’Istituto Nazionale di Geofisica per offrire dati precisi e chiari. La potenza delle scosse pare sia stata riveduta a 6.5. Eppure, come rimpalla Bruno Vespa, la naturale concitazione del momento crea confusione e non tutte le notizie ricevute nell’immediato possono avere adeguata ponderatezza.

Un pessimo risveglio, questo delle 7.40. A Roma è stato sospeso il servizio metro, mentre il Quirinale sospende le visite per controllare le  condizioni della struttura. A Preci si sfollano le abitazioni. Norcia Cascia duramente colpite. Il sindaco di Ussita ha detto di aver visto l’Inferno. Al momento non si hanno notizie di vittime: ma è ancora presto per simili bilanci; qui le dichiarazioni della Protezione Civile.
Intanto, secondo Repubblica, anche in Austria si sarebbe avvertita questa scossa.

 

Le foto del Monastero di San Benedetto, prima e dopo questo sisma.

[ads2]

Letture Consigliate