[VIDEO] – Terremoto, la terra cambia: esplode un vulcanello di fango in campo agricolo



terremoto vulcanello creta argilla
Ufficio Stampa Vigili del Fuoco

Con il terremoto, la morfologia dell’Italia centrale è cambiata: le zone colpite si sono abbassate di 70 cm e in Santa Vittoria in Matenano si è aperto un vulcanello che erutta materiale argilloso

Il terremoto non si ferma: la terra prova a ritrarsi e a sgranchirsi per trovare un nuovo equilibrio. I cambiamenti della morfologia del territorio continuano a stupire e, a pochi giorni dalla tremenda scossa che ha annichilito le costruzioni di alcuni comuni del centro Italia, si parla di un nuovo elemento che ha fatto irruzione sulle piane del territorio, anzi, eruzione: si tratta di un vulcanello che erutta creta.

È accaduto in un campo agricolo in Santa Vittoria in Matenano (provincia di Fermo, nelle Marche), dove le faglie devono essersi rotte permettendo al materiale argilloso di farsi strada dal sottosuolo: questa la più semplicistica delle ipotesi, tutte al vaglio degli esperti.
Sul posto sono accorsi i Vigli del Fuoco di Ascoli,  con il personale facente parte del nucleonucleare – biologico – chimico – radiologico (uomini impiegati per verificare che non ci sia rilascio di sostanze pericolose come gas).
L’agenzia di stampa riferisce che, probabilmente, in quel luogo siano state fatte ricerche per appurare la presenza di petrolio.

Nella zona esistono altri fenomeni simili; ad esempio, a Monteleone di Fermo, i vulcanelli di fango già esistenti hanno intensificato la propria attività.

Fonte: Ansa

Leggi anche