tik tok

Tik Tok, di proprietà cinese, blocca il proprio mercaro nella regione di Hong Kong. Gli USA pronti a bloccare l’app come accaduto in India

Tik Tok la piattaforma di condivisione di contenuti preferita dai giovani e dai giovanissimi non ha mai avuto vita semplice sin dalla sua uscita sul mercato. Dopo le varie accuse mosse dalla presidenza Trump ecco che la società ByteDance che detiene l’app Tik Tok, con sede in Cina, si prepara ad abbandonare il mercato nella regione di Hong Kong. La decisione sarebbe dovuta ai recenti eventi che hanno riguardato l’ex colonia britannica e in particolare la la stretta di Pechino

Già Facebook, Google e Twitter hanno bloccato le richieste del governo e della polizia di Hong Kong di avere informazioni sugli utenti, a seguito della stretta di Pechino per bloccare minacce alla sicurezza nazionale.

USA annuncia il blocco

L’annuncio arriva dopo che il servizio di condivisione di brevi video è stato accusato negli Stati Uniti di censurare i contenuti e di controllare un’ampia gamma di dati degli utenti americani. Il segretario di Stato americano Michael Pompeo così ha dichiarato a Fox News: “Stiamo sicuramente esaminando il blocco delle app di social media cinesi, inclusa TikTok.

La soluzione arriva dall’India che ha recentemente bloccato 57 app, soprattutto cinesi, inclusa TikTok a WeChat (di Tencent) in seguito alle tensioni tra i due Paesi nella zona di Confine della Galwan Valley in Himalaya.