Tim Cup avanti tutta per le campane



cup
Tim Cup

Le tre campane Avellino, Salernitana e Juve Stabia accedono al terzo turno eliminatorio della Coppa Italia – Tim Cup 2015/2016

35′ pt Tavano, 27′ st Mokulu e 32′ st Trotta: questi i marcatoti dell’Avellino dell’ex partenopeo Attilio Tesser, che liquidano la Casertana al secondo turno eliminatorio di Tim Cup.

cup
Roberto Insigne, classe ’94

Secondo pronostico la prima uscita stagionale dell’Avellino al Partenio che, con questa vittoria, andrà ad affrontare il Palermo al Renzo Barbera. Tra i lupi Roberto Insigne inizia in sordina e non è annotato tra i marcatori. La sua prova sale di qualità nella ripresa quando da due sue iniziative Mokulu e Trotta sono mandati a rete. Risultato finale Avellino 3 – Casertana 0.

Più ostica la gara della Salernitana che all’Arechi affronta il coriaceo Pisa. Equilibrato tutto l’andamento della gara fino a metà ripresa quando Bocchetti con la collaborazione della retroguardia Salernitana salva per ben tre volte la porta granata.

I ragazzi di mister Torrente si scuotono ed al 34° della ripresa e, con Bovo, ottengono il goal vittoria che li proietta al turno successivo contro il Chievo Verona. Risultato finale Salernitana 1 – Pisa 0.

cup
Mister Ciullo, tecnico Stabiese 2015/2016

Da sottolineare invece la prova della Juve Stabia che in trasferta e contro una squadra di rango superiore, la Virtus Lanciano, vince e convince per due a zero.  Il lavoro di mister Ciullo sta producendo i suoi effetti ed è proprio il neo-tecnico stabiese a parlare di “gara perfetta” a fine partita. Così come contro il giovane Melfi, un goal per tempo, al 22′ Gomez e al 48′ st Gatto, e pratica Virtus Lanciano archiviata.

A fine gara mister Ciullo oltre a complimentarsi con i suoi ragazzi, tiene al ringraziare i tanti tifosi al seguito della squadra che dal primo all’ultimo minuto hanno sostenuto le “Vespe” che al prossimo turno andranno a far visita all’Alessandria. Finale : Virtus Lanciano 0 – Juve Stabia 2.

Leggi anche



Articolo precedenteIstanbul, duplice attacco nella notte
Prossimo articoloGuerra digitale, Isis hackera l’Accademia della Crusca
Avatar
Pasquale D’Aniello, giornalista, nato a Sant’Antonio Abate in provincia di Napoli. Da sempre appassionato di calcio con alcune esperienze dilettantistiche sul campo e sulla panchina. Autore nel 2012 del Libro: "Scugnizzeria agli Albori di un Successo"​ e premiato a Gallipoli nel 2015 (Torneo Internazionale che assegna il Trofeo Caroli Hotels), quale miglior giornalista del calcio giovanile. L'approccio con il calcio giovanile dilettantistico e professionistico da qualche decennio, ha fatto maturare in me nuove convinzioni ed intravedere nuovi orizzonti. "​ Il calcio è educazione, è economia, è uno dei modi di essere società"​. Tutto questo mi ha portato ad essere un "Cronista del calcio giovanile Campano"​, con il fine ultimo di far comprendere che questo Sport deve essere una sana sfida per misurare l'estro calcistico e nulla ha, che possa riguardare il fanatismo e qualsiasi altra devianza che provoca rancore anche a pochi metri di distanza tra i vari campi di calcio. La fortuna poi, di incontrare tantissimi professionisti legati a questo mondo, ha fatto il resto...