Torino-Atalanta 1-2, Piccoli fa sorridere Gasperini – LE PAGELLE

Prima PaginaTorino-Atalanta 1-2, Piccoli fa sorridere Gasperini - LE PAGELLE

Esordio positivo per l’Atalanta di Gasperini, che supera 2-1 il Torino. Decisiva la rete di Piccoli in pieno recupero. Ai granata non basta Belotti

L‘Atalanta vince all’esordio battendo 2-1 il Torino grazie alla rete in pieno recupero di Piccoli.

Pronti, partenza e via, e Muriel timbra subito il cartellino. Il colombiano raccoglie un lancio in avanti, si sposta verso il centro lasciando sul posto Rodriguez e scarica il sinistro sotto alla traversa, dove Milinkovic non può arrivare. Per tutto il resto del primo tempo è il Torino a fare la partita, ma i granata si imbattono in un perfetto Musso. Prima dell’intervallo Pessina salva sulla linea un tentativo di testa di Bremer.

Nella ripresa l’Atalanta prova a gestire il vantaggio, ma Juric butta dentro Belotti, e il Gallo si rivela subito decisivo pareggiando i conti al 78° con un tiro dal limite deviato da Maehle che sorprende Musso. Al 93° l’Atalanta trova incredibilmente il gol della vittoria con Piccoli, entrato da pochi minuti, che da pochi passi infila in rete.

I migliori e i peggiori di Torino-Atalanta

I MIGLIORI

  • Piccoli 7,5: L’uomo che non ti aspetti. Entra in campo nei minuti finali e a pochi secondi dalla fine trova la sua prima rete con la maglia dei bergamaschi regalando a Gasperini tre punti pesantissimi.
  • Muriel 7: Il migliore in campo dell’Atalanta. Sblocca subito il risultato con un grandissimo gol, ed è l’unico che tenta la giocata vincente, ma viene lasciato troppo solo dai compagni. Gasperini lo toglie dopo un’ora per preservarlo in vista dei prossimi impegni.
  • Belotti 7: Entra nella seconda metà della ripresa e cambia subito volto alla squadra. Trova il gol del pareggio con la sua solita caparbietà, e probabilmente mette a tacere le voci di mercato degli ultimi giorni.

I PEGGIORI

  • Gosens 5,5: Da uno come lui ci si aspetta molto di più. Invece il tedesco non spinge mai sulla fascia, non si fa vedere in zona offensiva e probabilmente risente delle difficoltà del resto della squadra. In più le continue sgroppate di Singo lo costringono a rimanere spesso in zona difensiva.
  • Ilicic 5: Lontano parente del giocatore che due anni fa su questo stesso campo realizzava una tripletta. Lo sloveno non entra mai nel vivo della partita, non salta mai l’uomo e non tenta mai la giocata, lasciando Muriel in balia della difesa granata. Gasperini lo toglie ad inizio ripresa per far entrare Miranchuk.
  • Lukic 5: Juric lo schiera dietro gli attaccanti ma il serbo non entra mai nel vivo della gara, non partecipa alla manovra e diventa più un peso che una risorsa. Il tecnico giustamente lo sostituisce ad inizio ripresa.
Silvio Salimbene
Silvio Salimbene, 25 anni, laureato in scienze della comunicazione, indirizzo Editoria. Appassionato di calcio, tennis ed Nba.

Covid-19

Italia
101,080
Totale di casi attivi
Updated on 27 September 2021 - 23:14 23:14