Torino, arrivato il licenziamento per la maestra che insultò i poliziotti

Torino

E’ arrivato ieri il licenziamento di Lavinia Flavia Cassaro, la maestra di Torino che insultò gli agenti di polizia durante un corteo antifascista contro CasaPound

Lo scorso 22 febbraio, Lavinia Flavia Cassaro, maestra di Torino, aveva insultato gli agenti di polizia durante un corteo antifascista contro CasaPound, il tutto ripreso dalle telecamere di Matrix.

A 4 mesi da quell’evento è arrivata ieri la lettera di licenziamento per la maestra dall’Ufficio Scolastico Regionale.

Cosimo Sarinzi, rappresentate Cub Scuola, ha dichiarato:“Ricorreremo al Tribunale del Lavoro. Non meritava la sanzione massima e definitiva, la pena deve essere sempre proporzionale ai fatti commessa”.

Il sindacato, inoltre, ha tenuto a specificare che nel giorno in cui è accaduto il fatto la maestra non era in servizio e che la sua unica colpa è stata quella di esprimere le sue opinioni politiche con eccessiva vivacità.

L’Ufficio Scolastico Regionale, però, non la pensa allo stesso modo affermando: “La condotta tenuta dalla docente, seppure non avvenuta all’interno dell’istituzione scolastica, contrasta in maniera evidente con i doveri inerenti la funzione educativa e arreca grave pregiudizio alla scuola, agli alunni, alle famiglie e all’immagine stessa della pubblica amministrazione”.