Tortura, Giorgia Meloni pubblica un tweet a favore e poi lo cancella

PoliticaTortura, Giorgia Meloni pubblica un tweet a favore e poi lo cancella

In mattinata, Giorgia Meloni ha compiuto un’escalation a favore del reato di tortura. Salvo poi cancellare, subito dopo, il post

La proposta di legge di Fratelli D’Italia ha dell’incredibile. E Giorgia Meloni ne diventa prima testimone (consapevole), e subito dopo pensa bene di mascherare le sue colpe cancellando il post su Twitter. Ma è troppo tardi, la polemica è già scoppiata. Fratelli D’Italia è a favore dell’abolizione del reato di tortura.

Il tweet recitava così: “Abolire il reato di tortura che impedisce agli agenti di fare il proprio lavoro.
Subito dopo, però, il tweet è stato modificato con un video, in cui la Meloni parla genericamente di modifica della legge.

Gli uomini e le donne in divisa devono poter svolgere il loro lavoro in sicurezza e con dignità. Gli agenti sono stati mortificati, non sono stati messi in condizione di svolgere il loro lavoro perché basta un insulto per rischiare pene fino a 12 anni.” ha dichiarato la Meloni.

Le critiche non si sono risparmiate. A partire da diversi utenti, che hanno risposto al tweet: “Quindi il loro lavoro è torturare?” alla sinistra, con Nicola Fratoianni che ha dichiarato: “Roba da matti. O, semplicemente, da fascisti.

Anche il presidente del PD, Matteo Orfini e la nota cantante Fiorella Mannoia sono intervenuti sulla questione.
Dire che la nuova legge impedisca agli agenti di fare il loro lavoro è offensivo e irricevibile. Semmai il tema è come rafforzare quella legge per renderla più efficace nell’evitare abusi.” ha dichiarato Orfini.

Sono certa che anche le forze dell’ordine trovino l’affermazione offensiva.” ha dichiarato la Mannoia.

 

Antonio Jr. Orrico
Studente al terzo anno di Scienze della Comunicazione, con una passione innata per il giornalismo, per la scrittura, per la lettura e per la musica.

Covid-19

Italia
91,350
Totale di casi attivi
Updated on 2 August 2021 - 18:08 18:08