Turchia, “sì” all’operazione di terra, ma non da sola

AttualitàTurchia, "sì" all'operazione di terra, ma non da sola

La Turchia ha chiaramente espresso la volontà di un’operazione di terra, in quanto gli attacchi aerei contro il Daesh in Siria non sono sufficienti

[ads1] Gli attacchi aerei contro il Daesh in Siria non bastano. Per tale motivo, nasce l’intenzione da parte della Turchia di effettuare un’operazione di terra. Ma ciò richiede una collaborazione.

Il Ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu, durante una conferenza stampa in cui era presente anche il ministro degli esteri italiano Paolo Gentiloni, ha espresso il suo forte orientamento verso un intervento di terra, sottolineando: “Solo gli attacchi aerei contro il Daesh in Siria non bastano. Ci vuole una strategia insieme agli attacchi aerei, ci vuole uno sforzo di terra. Siamo insieme con l’Italia nel ribadire la necessità di un cessate il fuoco e una transizione politica in Siria. Non abbiamo agende segrete.”

Il Ministro degli Esteri Paolo Gentiloni, parlando con i giornalisti ad Ankara dove si trova in visita ufficiale, ha invece sottolineato : “La Turchia e l’Arabia Saudita non sono intenzionate a fare interventi in Siria, se non nel quadro di eventuali decisioni della coalizione. Decisioni, che al momento non ci sono. La coalizione e il gruppo di supporto alla Siria scommettono, finalmente, sul percorso diplomatico.” E ancora ha aggiunto :” La situazione in Siria è gravissima sul piano umanitario, molto difficile sul piano strategico. Tuttavia, per l’Italia è necessario unire le forze contro Daesh e credere nelle prospettive che il gruppo internazionale hanno aperto. Le premesse di intese che ci ha comunicato Kerry sono incoraggianti e da sostenere”.

L’intesa di principio raggiunta ieri tra il segretario di Stato americano John Kerry e il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov è orientata maggiormente su un cessate il fuoco in Siria; un fattore incoraggiante per il Ministro Gentiloni, e di nuova speranza. Entro le ore 12 del 26 febbraio, ha precisato il ministro, verranno attuati dei provvedimenti, volti alla verifica dell’effettiva possibilità di attuare il sopracitato cessate il fuoco.

[ads2]

 

 

 

 

Redazione ZONhttps://zon.it
I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo.

Covid-19

Italia
94,216
Totale di casi attivi
Updated on 4 August 2021 - 17:12 17:12