Lozano
Twitter Napoli

Il Napoli soffre ma conquista la vittoria contro un’organizzata Udinese. Gattuso ritrova i tre punti, ma non sono mancati i brividi

Il Napoli torna alla vittoria superando un ottimo Udinese. Gattuso tira un sospiro di sollievo, nonostante mille difficoltà ed una gara molto equilibrata.

Primo tempo

Primo tempo altalenante per il Napoli. La squadra di Gattuso parte subito a mille con Insigne che riesce a liberarsi al tiro dal limite dell’area di rigore al primo minuto di gioco. La sua conclusione rasoterra si spegne di poco al lato della porta difesa da Juan Musso.


Padroni di casa pericolosi al minuto 11, quando Lasagna trova il corridoio per scappare in profondità e mettere al centro un pallone invitante proprio sulla testa di Pereyra. Il tiro è alto.
Minuto 12, rigore per il Napoli! Hirving Lozano supera agilmente Bonifazi con uno scavetto in allungo. L’arbitro Pasqua in un primo momento lascia correre, ma dopo un rapido check al VAR decide di assegnare il penalty a favore degli azzurri. Sul dischetto si presenta glaciale Insigne e mette a segno l’1-0.

Brutta tegola per il Napoli: al minuto 13 chiede il cambio Kostas Manolas per un problema muscolare. Al suo posto fa l’ingresso in campo Nikola Maksimovic, autore di una prestazione decisamente non irresistibile nell’ultima giornata di Serie A contro lo Spezia. La difesa azzurra è ora composta dalle riserve Rrahmani e Maksimovic.

Ancora Napoli al minuto 23. Di Lorenzo scivola bene sulla trequarti di campo e riesce a piazzare un crosso invitante sulla testa di Hirving Lozano. autentico miracolo di Musso che devia in corner.
Sugli sviluppi del calcio d’angolo battuto da Insigne la palla messa fuori finisce sui piedi proprio di Lozano, che con un dribbling secco mette a sedere mezza difesa friulana e lascia partire una botta pericolosa con il sinistro. Il tiro è deviato da Petagna in area e Musso compie un altro miracolo che riesce a disinnescare la minaccia.

Lo show degli orrori della difesa azzurra comincia al minuto 27. Rrahmani in solitaria tenta un bislacco appoggio di destro a Meret, ma il passaggio risulta lento e prevedibile. Kevin Lasagna anticipa tutti e in allungo supera di slancio il portiere azzurro per poi depositare in tutta calma la palla a rete.

Primo tempo scialbo fino al 44′, quando ancora Rrahmani perde un pericolosissimo contrasto aereo ancora contro Lasagna. Il contropiede dell’udinese porta alla conclusione Stryger Larsen, ma il portiere azzurro ne esce bene.

Secondo tempo

Il secondo tempo parte spento e svogliato, così come si era conclusa la prima frazione di gioco. Da segnalare il cambio al 45′ con Gattuso che toglie dai giochi Rrahmani, autore di una prestazione disastrosa, a beneficio di Mario Rui sull’out di sinistra.

Azione importantissima per il Napoli al 49′. Zielinski dal limite dell’area scaraventa un siluro in direzione di Musso, che compie un miracolo. Sulla ribattuta si fionda come un rapace Insigne, che si aggiusta il pallone in area ma sbaglia clamorosamente calciando al lato.

Al 55′ contropiede dell’udinese con Kevin Lasagna che lascia scorrere un suggerimento invitante rubando il tempo ad un distratto Maksimovic. Lo scarico dell’attaccante italiano è per Stryger Larsen che calcia forte nello specchio della porta. Miracolo di Meret.
Doppio cambio per il Napoli al 67′: fuori Fabian Ruiz e Petagna e dentro Elmas e Llorente.

Al 72′ si fanno pericolosi gli azzurri, con Insigne che riceve al limite dell’area il pallone calciato da Mario Rui sugli sviluppi di un corner. Il capitano del Napoli stoppa e calcia al volo il pallone che finisce di poco al lato sul secondo palo.

Il Napoli ritrova il vantaggio all’ultimo respiro. Mario Rui crossa in area battendo un calcio di punizione da circa trentacinque metri. Sul cross del portoghese si avventa imperioso Bakayoko che sale in cielo e schiaccia di testa il pallone che si insacca a fil di palo alle spalle dell’incolpevole Musso. All’89′ il Napoli segna il 2-1.

Si chiude così il match alla Dacia Arena. Gli azzurri trovano la vittoria all’ultimo respiro e continuano a rimanere aggrappati con le unghie e con i denti al treno-Europa, in attesa del match di stasera tra Juventus e Sassuolo.

Udinese Napoli 1-2: risultato e tabellino

Marcatori: 15′ rig. Insigne (N), 27′ Lasagna (U), 90′ Bakayoko (N)

Udinese (3-5-1-1): Musso; Becao, Bonifazi, Samir; Molina, De Paul, Arslan (71′ Walace), Mandragora, Stryger Larsen (71′ Zeegelaar); Pereyra; Lasagna (80′ Nestorovski). All. Gotti.

Napoli (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Manolas (15′ Maksimovic), Rrahmani (46′ Mario Rui), Hysaj; Ruiz (67′ Elmas), Bakayoko; Lozano, Zielinski (92′ Demme), Insigne; Petagna (67′ Llorente). All. Gattuso.

Ammoniti: Di Lorenzo (N), Arslan (U), Samir (U), Zeegelaar (U)