UE: dopo le minacce, l’Italia versa (in anticipo) i contributi

PoliticaUE: dopo le minacce, l'Italia versa (in anticipo) i contributi

I contributi regolari da un miliardo di € all’UE sono stati elargiti con largo anticipo. Tutto ciò per evitare di incorrere in sanzioni

Tanto tuonò che piovve. Tanto rumore per nulla, direbbe qualcuno. Dopo le minacce del Governo di bloccare il versamento dei contributi al bilancio dell’Unione Europea, lunedì l’Italia ha versato (con largo anticipo) i contributi.

La transazione, addirittura, risalirebbe a venerdì 31 Agosto. Circa un miliardo di € è stato dunque correttamente depositato entro i termini legali sull’apposito conto a nome della Commissione Europea. La stessa ha ricevuto, durante la giornata di ieri, la notifica.

Da ricordare è la grande “querelle” tentata da Di Maio nei confronti del Commissario al Bilancio, Gunther Oettinger. Querelle che aveva scatenato il ministro del Lavoro in una reazione incredibile nei confronti del tedesco. Ma che, di fatto, è servita solamente a perdere ulteriore tempo.

Antonio Jr. Orrico
Studente al terzo anno di Scienze della Comunicazione, con una passione innata per il giornalismo, per la scrittura, per la lettura e per la musica.

Covid-19

Italia
113,536
Totale di casi attivi
Updated on 20 September 2021 - 06:59 06:59