Venerdì 17, porta jella? L’eptacaidecafobia è la paura per questo numero

venerdì 17
Immagine da Pixabay

Eptacaidecafobia è la paura per il numero 17. Ma porta davvero jella o è solo una credenza popolare? Tutte le curiosità sulla giornata di oggi venerdì 17

Venerdì 17 è davvero un giorno sfortunato? Che sia Jella e/o Superstizione tale paura affonda le sue radici in tempi davvero molto remoti: infatti, furono proprio i greci a coniare il termine “Eptacaidecafobia” per indicare la paura del numero 17 (dal dal greco ἑπτακαίδεκα “diciassette” e φόβος phóbos, “paura”).

Sicuramente però stiamo parlando di una credenza popolare perché per molti questo numero porta addirittura fortuna, in altre culture invece (come quella anglosassone) a portare sfiga sarebbe il Venerdì 13 o addirittura in Spagna e Grecia il Martedì 13. 

Ma allora da dove nasce la Eptacaidecafobia? Le sue radici andrebbero ricercate nei seguaci di Pitagora che disprezzavano il numero 17 perché compreso tra 16 e 18, ovvero due numeri considerati perfetti: entrambi rappresentazioni e multipli di quadrilateri (4×4 o 3×6).

Nell’Antico Testamento poi di venerdì 17 sarebbe iniziato il diluvio universale e ancora nel corso della battaglia di Teutoburgo, all’epoca dell’Impero Romano, furono distrutte le legioni romane 17,18,19 dai germani di Erminio. Ma il motivo per il quale il 17 è il numero più sfortunato è perché nella scrittura romana corrisponderebbe all’anagramma della scritta “VIXI” cioè “ho vissuto” e perciò “sono morto”.