visioni corte 2016

Voci Minoritarie: da Salerno una visione sociale alla finale di Visioni Corte 2016, la rassegna internazionale del cortometraggio indipendente 

[ads1]Visioni Corte 2016. Il finale della quinta edizione di Visioni Corte Film Festival, che si svolgerà a  tra ScauriMinturno (LT) dall’11 al 18 Luglio 2016, conta 51 Cortometraggi, sceverati da circa 600 opere pervenute da tutto il mondo alla commissione esaminatrice; i corti finalisti provengono da 18 nazioni: Australia, Belgio, Brasile, Canada, Francia, Germania, Iran, Norvegia, Pakistan, Polonia, Russia, Singapore, Spagna, Svizzera, Turchia, Usa, Venezuela e tra, quelli italiani, si annovera Angelo – Voci Minoritarie prodotto dal salernitano Carlo Del Regno e dal senese Olmo Bisigato.
I corti sono divisi tra sei categorie: Cortoanimation, Cortodoc, Cortofiction Italia, Cortoficion International, Cortomusic. e dulcis in fundo, Visioni sociali.

Potrebbe interessarti:

Grande valore assume questa edizione, arricchita da eventi dedicati alla memoria di Anna Magnani nel 60° anniversario dall’Oscar e Claudio Caligari e da una mostra fotografica di Alessandro Lucca, intitolata Chernobyl, i resti di un sogno, allestita da venerdì 15 a domenica 17 Luglio 2016 in Piazza Zambarelli.

Visioni Corte  – Il Cinema che guarda lontano

L’evento promosso dall’Associazione Culturale Il Sogno di Ulisse, già vincitore del premio Silver Frame quale miglior festival tra festival alla decima edizione del Video Festival di Imperia, per la qualità dei corti in gara, si propone l’ambizioso fine di fare da vetrina ad una serie di opere inedite tra le produzioni indipendenti.

Come di consueto, anche Visioni Corte 2016 offre corti di qualità che rasenta l’eccellenza.

Segui Visioni Corte su Twitter!                  Segui Visioni Corte su FaceBook!         

voci minoritarie visioni corte 2016

Le Visioni Sociali di Visioni Corte 2016 

Particolare interesse suscita la categoria Visioni Sociali, rivolta a cortometraggi con temi sociali e su diritti umani.

La malattia, la diversabilità, il senso dello stare al mondo in un mondo che ha scelto standard di normalità di cui, per qualche motivo, non puoi far parte: questo il senso e il nucleo delle opere in gara.

Il nostro interesse si poggia su uno dei finalisti: Voci Minoritarie – Angelo (clicca qui per vederlo su youtube), quinto cortometraggio di un progetto tutto salernitano.
Di Voci Minoritarie (visita la pagina FaceBook!) già la nostra redazione aveva avuto modo di scrivere in questo articolo; il progetto aveva suscitato l’attenzione di altri giornali locali, tra cui La Città, proprio per la lucida attenzione posta sulle problematiche di Salerno.


Il cortometraggio in parola ha uno stile sobrio, leggero perchè non appesantito da alcuna forma di sentimentalismo o pietismo: con uno stile cronistico, si racconta la quotidianità di un giovane disabile di Salerno e delle sue avventure tra le barriere architettoniche e le barriere mentali di chi impegna un marciapiede già stretto parcheggiando un motociclo od ostruisce una rampa per disabili con l’automobile.voci minoritarie visioni corte 2016

Il regista non offre solo lo sguardo di una persona con problemi motori, ma considera anche le problematiche inerenti altri tipi di disabilità, come la cecità. In questo senso, profetico fu quell’aspetto dell’indagine che analizzava i già farraginosi servizi della CSTP, l’inesistente architettura delle fermate.

Compresa la qualità del Festival a cui è giunto quale finalista, si comprenderà il motivo dell’orgoglio: Salerno gareggia gomito a gomito con prodotti di altissima qualità, in una realtà internazionale e diventa, ancora una volta, ambasciatrice di cultura, esempio di professionalità.

Merito del regista è aver descritto una situazione di Salerno senza alcuna ingerenza di tipo emotivo, senza demonizzare nessuno: si prende a parametro una città italiana e un giovane ventiseienne con una tale semplicità che il paradigma è presto dato e subito si può applicare a qualsiasi altra persona sul territorio nazionale il disagio affrontato quotidianamente da Angelo.

L’elenco di tutti corti finalisti lo puoi trovare sulla pagina ufficiale.

voci minoritarie visioni corte 2016[ads2]

Letture Consigliate