Wikipedia, enciclopedia Libera, ma per quanto?

wikipedia italia

Sono aperte le donazioni per sostenere economicamente l’enciclopedia libera e collaborativa più famosa di sempre: Wikipedia

Sicuramente avrete notato, cercando delle informazioni qua e là su Internet, che la nota enciclopedia online Wikipedia corre il rischio di perdere la sua indipendenza, perdendo ciò che la contraddistingue da tutti gli altri siti ed enciclopedie online: la libertà da logiche di mercato e pubblicitarie. Come ha affermato Jimmy Wales, il fondatore del sito: “Wikipedia è essenziale e agile, senza fronzoli”, e queste sono proprietà che il sito rischia di perdere.

Non a caso Wikipedia si presenta come “enciclopedia libera” proprio perché  la società non è a scopo di lucro, ed è priva di banner pubblicitari i quali, come sostenuto da J. Wales, sarebbero fuori luogo per un sito che è stato concepito come un “tempio per la mente” fin dalla sua nascita. È proprio per salvaguardare la sua indipendenza, duramente conquistata negli anni,  che adesso è possibile effettuare piccole e grandi donazioni per proteggere questo patrimonio del web.

Wikipedia, enciclopedia Libera, ma per quanto?
Wikipedia, enciclopedia Libera, ma per quanto?

Era tuttavia prevedibile che prima o poi Wikipedia avrebbe incontrato delle difficoltà nella gestione economica del sito. Come riportato nella finestra che da questi giorni è visibile a tutti i visitatori del sito:  Wikipedia è una piccola non-profit che si ritrova a dover sostenere i costi di un sito Internet di punta con server, staff e programmi.

In pochissimi, infatti, sono i lettori di tutto il mondo che sostengono economicamente il sito e secondo quanto riportato da Wikipedia stessa: “Se tutti coloro che leggono questo annuncio donassero 2 € la nostra raccolta fondi sarebbe completata in una sola ora”. In sintesi, se tutti coloro che utilizzano Wikipedia fornissero alla società un piccolo contributo, sarebbe sufficiente solo un giorno all’anno di raccolta fondi per il mantenimento del sito.

Le donazioni possono essere effettuate una sola volta o mensilmente, attraverso una carta di credito o PayPal, scegliendo una somma che varia dalle due alle cento euro oppure digitando liberamente la quantità di denaro che si desidera donare.

Tra la spinta motivazionale a donare una piccola somma di denaro di chi ha utilizzato Wikipedia da sempre, magari per studiare quando a scuola gli venivano assegnate delle ricerche o per saziare la propria sete di sapere, e l’indifferenza di chi la utilizza occasionalmente, speriamo che il sito possa restare libero, collaborativo e “senza fronzoli”, come lo è sempre stato.