Zerocalcare Netflix
Dal teaser di "Strappare lungo i bordi", prima serie di Zerocalcare per Netflix

Attraverso un teaser, Netflix e Zerocalcare annunciano la loro prima collaborazione: in produzione la serie animata “Strappare Lungo i bordi”

Si chiamerà “Strappare Lungo i bordi” la prima serie animata del fumettista Zerocalcare, al secolo Michele Rech, in produzione in queste settimane per Netflix: ad annunciarlo un video pubblicato sui social della piattaforma streaming olandese, nel quale fa capolino anche il personaggio dell’Armadillo che ha la voce di Valerio Mastandrea.

Potrebbe interessarti:

I precedenti

Non è la prima volta che Michele Rech avvicina il suo alter-ego a fumetti ad altri media: nel 2018, per esempio, il suo primo volume “La Profezia dell’Armadillo” (dato alle stampe nel 2011) è diventato un film applauditissimo dalla critica con Pietro Castellitto, Simone Liberati e un cammeo (diventato virale in poco tempo) del tennista italiano per antonomasia Adriano Panatta.

Nel 2020, poi, Zerocalcare ha raccontato il lockdown imposto dalla prima ondata di Coronavirus in Italia attraverso una serie di corti, dal titolo Rebibbia Quarantine, andati in onda nel corso della trasmissione di La7 “Propaganda Live” condotta da Zoro, nome “da combattimento” di Diego Bianchi.

Le altre opere

Prima di annunciare la sua prima serie animata targata Netflix, il fumettista – lo scorso 12 Novembre – ha pubblicato il suo volume più recente: “A babbo morto”, successore di “Un polpo allagola” (pubblicato nel 2012).

Nel corso della sua carriera, Zerocalcare ha anche sfiorato il Premio Strega Giovani con “Dimentica il mio nome”, e raccontato attraverso il fumetto “Kobane Calling” il lungo conflitto tra curdi e Stato Islamico.

Le prime storie, veicolate attraverso il suo sito ufficiale, Rech le ha viste pubblicate nell’albo “Ogni maledetto lunedì su due”.

Letture Consigliate