4 marzo, Lazio e Lombardia votano per elezioni politiche e regionali



elezioni

Non solo elezioni politiche, il 4 marzo Lazio e Lombardia voteranno per il rinnovo dei consigli regionali

Il 4 marzo Lazio e Lombardia voteranno non solo per le elezioni politiche ma anche per il rinnovo dei consigli regionali. A stabilire l’election day nelle due regioni sono stati i presidenti Nicola Zingaretti e Roberto Maroni. A darne l’annuncio, il Ministero dell’Interno che ha poi diffuso una nota nella quale emerge che i due presidenti “hanno chiesto al Viminale di gestire, sulla base di specifici protocolli d’intesa, le rispettive operazioni elettorali. Le elezioni quindi si terranno nella medesima data delle votazioni per la Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica.”

“Sono soddisfatto. L’election day fa risparmiare e fa andare al voto i lombardi un solo giorno”, commenta il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni.

“Siamo pronti, il 4 marzo i lombardi potranno scegliere tra lasciare che la Lombardia scivoli in altri cinque anni di gestione Maroni oppure di cambiare, di innovare, di recuperare quello slancio che è nelle corde dei cittadini di questa regione”, dichiara Giorgio Gori, candidato del centrosinistra alla presidenza della Regione Lombardia e amico di Matteo Renzi“Noi lavoriamo da mesi per costruire un’alternativa. Nei prossimi due mesi faremo il possibile per farla conoscere a tutti i lombardi. La concomitanza con le elezioni politiche potrebbe comprimere un po’ gli spazi di dibattito sui temi lombardi, ma siamo partiti per tempo, abbiamo buone idee e moltissimi volontari pronti a mobilitarsi. La concomitanza quindi non ci spaventa. Anzi, più gente andrà a votare e meglio sarà.”

Le altre regioni che dovranno votare quest’anno (Molise, Friuli, Trentino, Valle d’Aosta, Basilicata) sono ancora in lista d’attesa.

Leggi anche