7° Arte #28: Tutti Insieme Appassionatamente – Il Suono della Musica

tutti insieme appassionatamente

Tutti insieme appassionatamente è un film musical del 1965. Diretto da Robert Wise, il film fu candidato a ben 10 premi Oscar nell’edizione del 1966, portando a casa ben 5 statuette. Questa pellicola è considerata da molti l’ultimo grande musical di Broadway

Robert Wise è stato uno dei registi con maggiore personalità nella storia del cinema. Già dai suoi esordi si sarebbe potuta intuire una grande carriera rivoluzionaria. È infatti suo il montaggio del film Quarto Potere, la perla cinematografica di Orson Welles.

Quarto potere, la voce della comunicazione – LEGGI LA RECENSIONE DI ZON.IT

Robert Wise e il musical moderno

Ma Robert Wise si dimostrò col tempo anche un validissimo regista. Il musical era ciò che meglio riusciva a esprimere. E lo aveva già fatto nel 1961 quando West Side Story divenne uno dei musical più famosi di ogni epoca. Robert Wise divenne famoso anche per la lunga e travagliata produzione che dovette affrontare.

A Wise piacevano sempre le storie impossibili, West Side Story è infatti considerato come una sorta di Romeo e Giulietta dei tempi moderni. Le due classi sociali che si incontrano, si scontrano, ma alla fine si fondono, proclamando l’umanità e l’amore. Due classi come anche il cinema e il musical, un’arte che non ha mai del tutto abbracciato l’altra arte.

Infatti a Robert Wise non bastò quel grande successo. Era il 30 dicembre 1965 quando nelle sale americane usciva The Sound of Music. Qui in Italia meglio noto come Tutti insieme appassionatamente.

Prima della guerra, dopo il finale del film

Un musical che racconta la storia di Maria, aspirante sacerdotessa, e la famiglia Von Trapp, composta dal padre vedovo Georg e da ben 7 pargoletti. Ma a Maria manca l’amore, mentre alla famiglia Von Trapp una figura femminile e la voglia di riportare la gioia della musica nella propria casa.

Una trama che si presenta fin da subito piuttosto lineare, eccessivamente melensa in alcuni frangenti. Ma ciò che rende Tutti insieme appassionatamente un musical unico è la celebrazione della musica. Proprio il comparto musica detta le sorti degli eventi durante il film, dove gli attori non si limitano a esprimere le loro emozioni attraverso le canzoni.

L’occupazione dell’Austria a casa dei tedeschi segnerà il termine della pellicola, come l’ombra della tirannia minaccia qualsiasi forma artistica.

Bensì è proprio la musica l’ingrediente segreto che fa funzionare Tutti insieme appassionatamente, grazie all’energia e alle emozioni che riesce a trasmettere. Accudendo una famiglia, risvegliando la passione in un vedovo, scorgendo il destino di una insicura fanciulla.

La leggendaria Julie Andrews

Il personaggio di Maria è interpretato dalla celebre è Julie Andrews, protagonista dell’altro musical che rallegrava le sale del 1965: Mary Poppins. In entrambi i film è stata premiata agli Oscar come Miglior Attrice Protagonista, grazie anche a una delle voci più belle della storia di Broadway.

Il suo personaggio riesce a riscattare la figura della donna all’interno della famiglia, ma anche nella società. Ciò che più riesce a far coinvolgere lo spettatore, è notare che Maria si ribella agli ordini ricevuti. Non perde mai occasione per star zitta perché ha sempre desiderio di esprimere liberamente i suoi pensieri, ed educa i bambini Von Trapp incoraggiandoli, premiandoli e stimolandoli.

Il cinema trova una consacrazione attraverso il musical negli anni ’60. Questo grazie a Robert Wise, autore prima di West Side Story e poi di un grandioso Tutti insieme appassionatamente, il tutto arricchito anche dalla Disney che realizzava il lungometraggio live-action dal titolo Mary Poppins. Era dai tempi di film come Cantando sotto la pioggia che il musical non spopolava le sale dei grandi schermi.

Cantando sotto la pioggia, il musical di tutti i tempi – LEGGI LA RECENSIONE DI ZON.IT

Un altro elemento che rende Tutti insieme appassionatamente un film eccezionale è la sua colonna sonora. Canzoni come Quindi anni, quasi sedici o Le cose che piacciono a me hanno invaso l’immaginario collettivo delle masse fino ai giorni d’oggi. Tant’è che canzoni come Do-Re-Mi e Il pastore che pascolava sono ancora usate a scopo didattico con i più piccini.

In Italia il musical non ha mai preso grande piede, ma tutti conoscono Tutti insieme appassionatamente. Guardandolo ogni canzone vi susciterà una sorta di deja vu, proprio grazie all’influenza popolare che nonostante i cinquant’anni di storia permane ancora. Esattamente come ogni grande classico della storia del cinema è capace di fare.