Dolori da affaticamento muscolare post-allenamento: cause e rimedi



affaticamento muscolare

Quando il corpo non è abituato e viene sollecitato con un allenamento, possono sopraggiungere i dolori da affaticamento muscolare. Vediamo di cosa si tratta e quali sono i possibili rimedi

I dolori da affaticamento muscolare post-allenamento, sono quelle sensazioni di indolenzimento e dolore che si avverte in seguito ad un allenamento, specialmente dopo un certo periodo di inattività. I motivi sono semplici ma non per questo da sottovalutare.

Quando i muscoli vengono sottoposti ad un forte stress prolungato, avviene un deficit di ossigeno a livello della stessa muscolatura. In questo caso, per consentire di continuare l’allenamento, il metabolismo diventa anaerobio, ovvero non c’è consumo di ossigeno. In seguito a questo processo, si forma l’acido lattico, che si deposita nei muscoli. Ma non è questo il responsabile del dolore. L’acido lattico, infatti, viene eliminato nel giro di poche ore.

Le cause

Quando l’organismo non è abituato ad effettuare un’attività fisica abituale, a causare i dolori da affaticamento muscolare post allenamento sono le tante micro lesioni che si formano e il conseguente irrigidimento dei muscoli. Alcuni movimenti eccentrici e isometrici, come le contrazioni isometriche (quelle che non prevedono la contrazione e lo stiramento del muscolo) possono portare a questi piccoli danni. La conseguenza è un’infiammazione generale della parte interessata con conseguente insorgenza di indolenzimento e dolore. Anche gli spasmi muscolari e l’accumulo di metaboliti causano il dolore.

Esempi di movimenti eccentrici possono essere ad esempio la corsa in discesa, mentre un movimento isometrici è, per semplificare, lo spingere un pugno contro il muro: avviene uno sforzo, ma il muscolo non si contrae e non si distende.

Rimedi

Purtroppo, le cause effettive non sono state ben chiarite, ma quelle sopra descritte sono i motivi più plausibili. Per quanto riguarda i rimedi, l’irrigidimento che sopraggiunge e che causa un periodo di fermo, è il rimedio migliore. Nei casi più gravi, o in caso di necessità, si può ricorrere a fisioterapie e crioterapie. Se dopo alcuni giorni, il dolore non tende a diminuire, è consigliabile rivolgersi ad un medico onde scongiurare delle lesioni più gravi.

 

Leggi anche