Al-Baghdadi: il califfo si rifà vivo con un lungo messaggio audio. “Attaccate gli infedeli in occidente!”



difesa al-baghdadi

Il califfo Al-Baghdadi, dato per morto in più occasioni, si rifà vivo con un messaggio audio di 54 minuti in cui incita i suoi sostenitori di colpire l’Occidente

Il califfo Al-Baghadadi torna a far sentire la propria voce: i siti islamisti hanno diffuso una sua registrazione, lunga 54 minuti, che gli analisti occidentali hanno giudicato autentica.

Abu Bakr Al-Baghdadi (questo il suo nome per intero), incita i suoi seguaci a colpire l’Occidente:

“Dovrà essere un bagno di sangue. Dovrete colpire i centri d’informazione degli infedeli. Unitevi quelli che si sono già sacrificati e hanno condotto attacchi“, queste le sue parole.

Il messaggio del califfo arriva dopo l’ultimo rapporto dell’Onu che stima 30mila  combattenti dell’ Isis ancora in Siria e Iraq. Nel 2015 quando il Califfato era all’apice della sua espansione contava circa 10 milioni di abitanti; ora copre alcune zone del deserto siriano una striscia lungo l’Eufrate, assediata dall’esercito di Damasco e dalle Forze democratiche siriane appoggiate dagli Usa.

Nonostante la perdita di Mosul e Raqqa, Al-Baghdadi non si è demoralizzato infatti ci tiene a sottolineare:

“Per i mujaheddin la vittoria o la sconfitta non dipendono da una città o una metropoli che vengono sottratte da chi ha la superiorità aerea, missili intercontinentali, bombe intelligenti”.

Secondo il leader, l’America attraverserà il periodo peggiore della sua esistenza; gli Usa hanno posto una taglia da 25 milioni di dollari sulla sua testa.

 

Leggi anche