astrazeneca
pixabay

Cts rafforza la raccomandazione di somministrare il vaccino AstraZeneca ad over 60, trovato accordo per seconda dose a ragazzi e under 60

Il Comitato tecnico-scientifico si è riunito questo pomeriggio ed ha rafforzato la raccomandazione di non somministrate il vaccino a vettore virale, Astrazeneca, agli under 60. La decisione arriva dopo la tragedia verificatasi a Genova che ha coinvolto una giovane studentessa di 18anni morta per trombosi dopo aver ricevuto una dose di AstraZeneca.

Potrebbe interessarti:

Il vaccino a vettore virale in questione continuerà ad essere somministrato invece agli over 60 in quanto evidenze scientifiche dimostrano che non si sono incongruenze. Per i ragazzi e tutti gli under 60 a cui è già stato somministrato AstraZeneca per la seconda dose sarà prevista l‘inoculazione di Pfizer, questo è quanto emerge dall’accordo del Cts riunitosi alle 13:00 di questo pomeriggio.

Il parere del Cts

“Il vaccino AstraZeneca può dare fenomeni di trombosi associati ad un abbassamento delle piastrine– ha annunciato ieri sera il coordinatore del Comitato tecnico scientifico, Franco Locatelli. “Proprio per questo c’era stata una raccomandazione per un uso preferenziale sugli over 60 anni. Adesso lo scenario epidemiologico è cambiato, con la vaccinazione siamo in una fase più favorevole e si è aperta una riflessione nel Cts ed un confronto con l’Aifa. Nelle prossime ore, domani probabilmente, ci sarà un parere e nessuno deve dubitare che vengano minimamente sottovalutati segnali di allerta rispetto a profili di sicurezza”.

Letture Consigliate