Attentato terroristico in Canada ed è subito paura



attentato terroristico

Nella giornata di ieri sventato un nuovo attentato terroristico che ha seminato la paura tra i cittadini

Nuovo attentato terroristico in una piccola cittadina a circa 200 km da Toronto che ha dovuto fare i conti con la paura.

Aaron Driver, 24 anni, è morto in condizioni non ancora accertate. Secondo l’emittente CBC News è stato sparato dalla polizia prima che facesse esplodere il secondo ordigno, ma le ipotesi sono diverse: potrebbe anche essere rimasto colpito durante una sparatoria con la polizia.

212556202-1bf9f91c-14a0-45db-9376-c61cd4490826

Il ragazzo si era convertito all’Islam nel 2014 ed era già stato arrestato e fermato nel 2015 perché accusato di favoreggiamento terroristico sui social. Da allora, rilasciato sotto cauzione, non aveva più avuto accesso ai social, al suo cellulare e al suo computer e gli era stato fatto indossare un braccialetto elettronico, rimosso nel febbraio scorso.

Nel corso dei mesi si era pronunciato martire e aveva minacciato il Paese: “Pagherete per tutto quello che avete fatto a noi”, queste sono state le parole che hanno insospettito l’FBI, soprattutto dopo riferimenti agli attentati terroristici in Francia degli scorsi mesi. Secondo la polizia canadese, che l’ha localizzato piuttosto rapidamente, l’obiettivo dell’attentato sarebbe stato un centro urbano nell’ora di punta.

Il soldato dello stato islamico era pronto a colpire gli stati della Coalizione. Sfuggiva alle autorità da diverse settimane e quando è stato raggiunto dalla polizia a casa della sorella, ha raccolto il suo zaino ed è scappato. Per strada è salito sul primo taxi disponibile, che non aveva chiamato, e lì ha fatto esplodere il primo ordigno, consapevole di avere la polizia alle calcagna. Il tassista è rimasto ferito.

Il sito specializzato a passare al setaccio l’attività dell’universo jihadista, il Site, aveva già precedentemente dichiarato la sua pericolosità poiché era in contatto con alcuni importanti rappresentanti dell’IS. Il Ministro della Pubblica Sicurezza canadese si è dimostrato orgoglioso dell’attacco sventato, ma dichiara che la situazione nel paese è ancora di massima allerta.

Leggi anche