Berrettini accolto in Quirinale. Mattarella: “Finale Wimbledon un traguardo”

Prima PaginaBerrettini accolto in Quirinale. Mattarella: "Finale Wimbledon un traguardo"

Dopo la finale di Wimbledon, per Matteo Berrettini anche il prestigioso incontro in Quirinale con il presidente Mattarella: “Qualcosa di inimmaginabile”

Due settimane indimenticabili per Matteo Berrettini: dopo la strepitosa impresa di Wimbledon con la finale raggiunta (poi persa per mano di Nole Djokovic), il tennista romano viene accolto in Quirinale dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella insieme alla Nazionale italiana, fresca Campione d’Europa dopo la vittoria contro l’Inghilterra a Wembley.

Queste le parole del numero 1 d’Italia, accompagnato dal suo allenatore Vincenzo Santopadre:Per me è un onore essere qui, un qualcosa di inimmaginabile, anche per quanto fatto insieme al mio team. Ho tifato molto ieri sera per la finale degli Europei ed ho mostrato ai ragazzi la mia tensione prima dell’ultimo rigore. Sono orgoglioso di quanto siamo riusciti a fare ed è stato emozionante. Ringrazio tutti, soprattutto il presidente Mattarella per avermi reso partecipe di questo evento”.

Mattarella si è complimentato con Berrettini per il prestigioso risultato, facendo eco anche all’impresa della Nazionale di calcio: “Siete stati accompagnati dall’affetto degli italiani ed avete ricambiato nel migliore dei modi, portando alto l’onore dello sport. Così come ha fatto Matteo Berrettini a Wimbledon, arrivare alla finale è già un grande traguardo così come la rimonta nel primo set equivale ad una vittoria per me“. A margine delle dichiarazioni la consegna a Mattarella della racchetta con cui Berrettini ha gareggiato in quel di Wimbledon.

Presente all’evento anche Angelo Binaghi, presidente della Federtennis: “Noi del tennis non siamo abituati a questi straordinari successi, non al pari della Nazionale di calcio. Erano 144 anni che cercavamo di raggiungere la finale di Wimbledon e questo lo dobbiamo oggi a Matteo Berrettini. Lui non è Federer ma molto di più perché parte da lontano ed arriva all’apice e grazie al lavoro ed i sacrifici dimostra di poter arrivare lì dove è arrivato a Wimbledon. Quella che era una inimmaginabile impresa, oggi può diventare l’obiettivo per una vittoria. Qui al presidente Mattarella diciamo un ‘arrivederci, a presto’ per festeggiare un qualcosa di importante, un’impresa inimmaginabile“.

Anche il presidente del CONI Giovanni Malagò ha espresso il suo pensiero: Per quanto fatto da Matteo Berrettini, qui ringrazio anche il presidente Binaghi perché il movimento tennistico è cresciuto e questi eventi aiutano molto. Noi a breve partiremo per Tokyo per le Olimpiadi e il nostro Paese è molto apprezzato per quanto stiamo facendo in ambito sportivo a livello di risultati“.

Nando Armenantehttp://www.facebook.com/Nando.Armenante8
24 anni da Cava de' Tirreni, studente presso la facoltà di Scienze della Comunicazione all'Università degli Studi di Salerno, indirizzo Editoria. Porto avanti la passione ed il sogno di diventare giornalista, in particolare scrivendo di sport (di calcio in particolar modo) ma anche di attualità, su tutto ciò che accade nella città in cui vivo e sull'intero territorio.

Covid-19

Italia
87,285
Totale di casi attivi
Updated on 1 August 2021 - 16:06 16:06