Calcioscommesse, per Conte udienza il 18 febbraio

Prima PaginaCalcioscommesse, per Conte udienza il 18 febbraio

L’udienza preliminare relativa ad uno dei filone di indagine del calcioscommesse si terrà fra quattro mesi davanti al gip di Cremona Beluzzi

[ads1]

Si terrà il prossimo 18 febbraio l’udienza preliminare relativa ad uno dei filone di indagine riguardante il calcioscommesse che vede imputato anche l’attuale c.t della nazionale Antonio Conte. Insieme a lui dovranno comparire davanti al giudice dell’udienza preliminare Beluzzi altri 103 indagati.

Il gup ha sottolineato “La complessità organizzativa di un processo di queste dimensioni e tipologia per Uffici di piccole dimensioni come il Tribunale di Cremona”. Una complessità che “Alla luce delle croniche carenze dei collaboratori amministrativi” comporta “l’assoluta necessità di innovare il processo”.

Calcioscommesse, per Conte udienza il 18 febbraio
Calcioscommesse,per Conte udienza il 18 febbraio

Tra gli altri indagati ci sono il laziale Stefano Mauri, l’ex capitano dell’Atalanta Cristiano Doni, il Presidente del Siena Massimo Mezzaroma. Sono in totale 60 le partite per cui c’è un capo d’imputazione.

I reati contestati vanno dall’associazione a delinquere transnazionale alla frode sportiva. Proprio quest’ultima è l’accusa rivolta a Conta dal procuratore di Cremona Roberto Di Martino, secondo il quale il c.t. avrebbe preso parte alla combine della partita Albinoleffe-Siena del maggio 2011, mentre è stata archiviata la sua posizione per Novara-Siena.

Nella richiesta di rinvio a giudizio il p.m. spiega che Conte insieme al vice allenatore Alessio “Avrebbe contribuito all’alterazione del risultato della partita non impedendo l’evento illecito, nonostante il dovere di sorvegliare la condotta morale e sportiva dei calciatori”.

Sull’argomento è prontamente intervento Leonardo Cammarata, legale di Conte, che ha definito una forzatura il capo d’imputazione: “Si è passati da una condotta attiva contestata nell’avviso di chiusura delle indagini a una condotta passiva”, ha sottolineato Cammarata che ha anche escluso l’ipotesi di un patteggiamento.

[ads2]

Pasquale Colarietihttps://zon.it
Laureato in Giurisprudenza presso l'Università degli studi di Salerno, coltivo da sempre il sogno di poter entrare nel mondo del giornalismo. La mia grande passione è lo sport, ma seguo con interesse anche la politica. Mi piace viaggiare e nel tempo libero spesso navigo sui social network.

Covid-19

Italia
74,161
Totale di casi attivi
Updated on 29 July 2021 - 08:01 08:01