Caricabatterie a muro difettosi, richiamo di Apple

Prima PaginaCaricabatterie a muro difettosi, richiamo di Apple

Apple richiama alcuni prodotti difettosi, nella fattispecie caricabatterie a muro distribuiti in diversi continenti

[ads1]La Apple è un’azienda molto precisa e seria eppure non esente da situazioni che scatenano malcontento tra i clienti, i fun, gli appassionati di tecnologia e tutti gli addetti ai lavori.

Apple ha annunciato oggi il richiamo volontario degli adattatori per la presa a muro CA destinati all’uso in Argentina, Australia, Brasile, Corea del Sud, Europa continentale e Nuova Zelanda. Fanno sapere da Cupertino che in alcuni casi gli adattatori a due poli interessati potrebbero rompersi, dando origine a un potenziale rischio di choc elettrico se toccati. Questi adattatori a muro sono stati forniti dal 2003 al 2015 con i Mac e con alcuni dispositivi iOS. Apple comunica di essere a conoscenza di 12 casi di incidenti accaduti nel mondo. Abbastanza per convincere l’azienda a ritirare questi prodotti che, è stato accertato, possono essere estremamente pericolosi.

$_35«La sicurezza dei clienti è un’assoluta priorità», dichiara l’azienda, che invita gli utenti a non continuare a usare gli adattatori a muro interessati e a sostituirli con componenti riprogettati. Per informazioni è stata messa online una pagina dedicata dove si legge come gli adattatori a due poli interessati alla campagna di richiamo sono quelli che riportano 4 o 5 caratteri, o nessun carattere, nello slot interno dove l’adattatore si collega all’alimentatore principale.

Insomma questo piccolo incidente non fa certo bene ad Apple che, pur avendo un appeal granitico, dovrebbe essere più attenta a realizzare prodotti esenti da questi difetti che possono provocare gravi danni alla persona. Si tratta di dispositivi che hanno comunque un prezzo elevato, ci si aspetta garanzia di qualità. [ads2]

Redazione ZONhttps://zon.it
I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo.

Covid-19

Italia
74,161
Totale di casi attivi
Updated on 29 July 2021 - 08:01 08:01