cataloghi

Mondo cartaceo e mondo digitale a confronto sui cataloghi. La sfida tra il mondo cartaceo e quello digitale prosegue e divide gli italiani

Cataloghi, da un lato chi non può rinunciare al tocco e all’odore della carta e dall’altro chi è conquistato dal mondo digitale e ci tiene a tutelare l’ambiente. Oggi, però, sappiamo bene che questi due mondi si incontrano spesso e volentieri, dato che di solito più che essere posti dinanzi ad una scelta optiamo per entrambi le soluzioni.

È questo il caso dei cataloghi dei prodotti delle grandi e medie aziende che spesso vengono resi disponibili sul sito in modalità digitale e stampati per i punti vendita in versione cartacea. Senza considerare che oggi il punto di incontro tra queste due dimensioni è dato anche dalla possibilità di ordinare direttamente online la stampa con rilegatura a punto metallico, segno del fatto che la stampa non è passata di moda con l’avvento della rete.

Quest’ultima diventa, invece, canale prediletto per ottenere materiali cartacei e lo sanno bene tutti gli utenti che si rivolgono a piattaforme come DoctaPrint, da anni un punto di riferimento per l’editoria digitale. La richiesta dei cataloghi online, infatti, negli ultimi anni è notevolmente cresciuta per svariati motivi.

Costo ridotto e alta qualità sono alcuni di questi. È importante anche non dimenticare che la possibilità di guardare il prodotto in digitale consente a chi lo fa di risparmiare tempo, perché non deve recarsi nel luogo fisico per avere un’idea dei prodotti e delle loro caratteristiche. Talvolta sono implementate nella versione digitale anche delle funzioni interattive che consentono l’accesso a contenuti extra. Inoltre, il catalogo digitale viene arricchito e aggiornato con più facilità rispetto a quello stampato.

Anche la creazione di un catalogo aziendale cartaceo, però, ha i suoi vantaggi soprattutto grazie alle risorse odierne. In un mondo sempre più veloce e dinamico c’è chi desidera, ancora, potersi soffermare il giusto tempo su una determinata scheda prodotto e in questo caso la visione del catalogo cartaceo può essere più appropriata. Il catalogo stampato permette di inserire note a margine o piegare l’angolo della pagina interessata per poterla ritrovare facilmente. Il catalogo online, inoltre, è consultabile solo in presenza di internet, mentre un catalogo cartaceo può essere sempre a portata di mano.

Le potenzialità del catalogo sia in versione cartacea che digitale sono innegabili e per questo il più delle volte si decide di adottare entrambi, per poter raggiungere anche un numero di persone maggiore. Di fatto chi ha più dimestichezza con il web potrà scaricarlo online, mentre chi desidera avvalersi anche dei suggerimenti di un esperto potrà recarsi in negozio e sfogliare quello stampato.  In entrambi i casi, l’importante è optare per una linea grafica e contenutistica che possa essere facilmente compresa dal destinatario. In generale, dunque, il catalogo deve essere chiaro, coerente e aiutare il lettore ad acquisire quante più informazioni possibili sui prodotti per poter poi effettuare una scelta ragionata.