Chernobyl, boom di ascolti e di indignazione per i selfie su Instagram

Chernobyl

La serie HBO Chernobyl sta avendo un enorme successo. Oltre al boom di ascolti però, ad indignare sono i numerosi selfie nella zona rossa postati su Instagram

La HBO, dopo la fine del Trono di Spade, torna alla ribalta con la serie Chernobyl. Lo show di Craig Maizer sta battendo numerosi record, alcuni che faranno sicuramente piacere, altri meno.

Gli ascolti sono stati stupefacenti, con 8 milioni di utenti che sono rimasti incollati allo schermo per tutta la durata della mini-serie, superando anche i risultati ottenuti da Game of Thrones. Voci di corridoio inoltre, parlano di un remake Russo in cui ovviamente a scatenare la tragedia, non sia stata l’incompetenza degli specialisti sovietici ma una spia americana.

Ciò che però delude e indigna arriva, come quasi sempre, dagli spettatori dello show. In molti infatti, soprattutto influencer, per cavalcare l’onda del nuovo trend hanno deciso di andare nella zona rossa e scattare numerosi selfie o foto da postare poi su Instagram. Un luogo di tragedia e dolore, in cui lo sbaglio dell’uomo ha creato uno dei disastri peggiori dell’umanità viene utilizzato per qualche like in più.

A commentare e soprattutto a cercare di frenare questa nuova moda è stato proprio Craig Maizer, sceneggiatore dello show, che ai microfoni ammonisce questi comportamenti:

”Se la visitate, per piacere ricordate che lì è avvenuta una terribile tragedia. Comportatevi con rispetto verso tutti coloro che hanno sofferto.”