conte, decreto ristoro DPCM Lombardia
Immagine da YT Palazzo Chigi

Il premier Giuseppe Conte chiede un confronto con le forze di maggioranza per un quadro sulla situazione del Governo

Il premier Conte non è ancora tornato dal vertice in Europa con tutti gli altri Stati che già si appresta a voler risolvere la situazione del suo Governo. Sì, perché da quando Renzi ha deciso di minacciare il Governo e ritirare il suo partito (il che comporterebbe la caduta dell’esecutivo), in tutti i modi si sta cercando di mettere una pezza allo strappo avvenuto negli scorsi giorni.

Giuseppe Conte vuole il confronto con le forze di maggioranza, “singolarmente e collettivamente” per capire “che fondamento hanno le critiche e che istanze rappresentano“. Dunque dopo lo scontro aperto in Parlamento, Conte si incammina verso la strada del dialogo per trainare questo paese verso la ripresa dopo la seconda ondata di Coronavirus. Contemporaneamente viene approvato – superando il veto di Polonia e Ungheria – il Recovery Fund e il presidente Mattarella esorta ad essere uniti e compatti per spendere al meglio i soldi del fondo. Insomma, la situazione viaggia davvero sul filo del rasoio.

Le dichiarazioni di Renzi

Se da una parte, dunque, il premier Conte cerca il dialogo, dall’altra il leader di Italia Viva non placa le polemiche. È di oggi infatti un’intervista rilasciata da Renzi al quotidiano spagnolo El Pais. Intervista non gradita a molti, che gridano a un vero e proprio tradimento da parte del leader di un partito che fa parte della maggioranza di Governo.

Il ministro e capodelegazione M5S Alfonso Bonafede: “E’ irresponsabile attaccare il Governo di cui si fa parte, per di più da un quotidiano estero, minacciando addirittura una crisi mentre il Consiglio UE è ancora in corso e l’Italia sta facendo valere le proprie ragioni. Questo vuol dire indebolire deliberatamente l’Italia a livello internazionale. Non solo non è accettabile ma è irrispettoso nei confronto di tutti gli italiani.”

Ma quali sono le parole di Renzi rilasciate al quotidiano estero che farebbero tremare Conte e il Governo? “Se Conte non fa marcia indietro siamo pronti a far cadere il governo.”
Dichiarazioni forti, che non hanno bisogno di parafrasi perché esprimono la sua reale intenzione.

Stesse parole rilasciate in un’altra intervista di Renzi al Messaggero dove pronunciava “se Conte vuole pieni poteri come Salvini, io dico no”. Insomma il dialogo sembra l’ultimo dei pensieri del leader di Italia Viva in questo momento, e il Governo sembra davvero essere entrato in una nuova, ennesima, crisi.

Il governo cadrà?

Una domanda lecita. Renzi metterà davvero a rischio il Governo provocando una crisi senza precedenti e costringendo il paese ad andare al voto nel bel mezzo di una pandemia e con dei fondi europei pronti per essere spesi?

Il ministro della giustizia e vicesegretario dem Orlando su questo punto si è detto fiducioso che la frattura fra Conte e Renzi si ricomporrà. “Sì, perché se così non fosse sarebbe la fine delle parti in lotta. Credo che nessuno voglia passare alla storia come colui che non è riuscito a trovare un punto di equilibrio in uno dei periodi più drammatici per il Paese dal dopoguerra a oggi.”

Insomma in questa lotta continua di chi dovrà essere additato come il cattivo della storia sembra esserci sempre un solo perdente: il Paese. Il paese con la p maiuscola, fatto di persone comuni a cui il Coronavirus ha stravolto la vita e che non vedono una luce in fondo a questo tunnel.