Conte, esordio con goal nella goleada del napoli

VarieConte, esordio con goal nella goleada del napoli

Centro Sportivo Sant’Antimo27 febbraio 2016, Campionato Primavera “Giacinto Facchetti”, girone C: Napoli 6 – Virtus Lanciano 0

[ads1]

Marcatori: 2° e 13°(R ) Negro; 49° Palumbo; 74° e 82° Milanese; 89° Conte

Gara diretta dal Sig. Proietti di Terni che ordina il fischio d’inizio alle ore 14:30 del 27/02/2016. Assistenti : I Sig.ri Palermo e Lacalamita della sezione AIA di  Bari.

conte
La terna arbitrale in Napoli-Lanciano.

NAPOLI :  Gionta;  Palumbo,  Granata,  Milanese,  D’Ignazio;  Spavone,  Ferraro,  Acunzo; Luise,  Negro e Procida. In panchina: Ferrara, Piacente, Donnarumma,  Esposito, Conte,  Tammaro  e Liguori. Allenatore Saurini.

VIRTUS LANCIANO : Antonino;  Luciani, Caruso, Bulat, Pollice; Serafini, Di Napoli, Vaccaro, Salvallegra, Udoh e Battista. In panchina:Stefanelli, Scutti,Nardecchia,  Comparelli,  Di Florio, Giovannelli, Palladino e Menna. Allenatore  Alfieri.

conte
Il rigore siglato da Negro.

Larga vittoria del Napoli primavera sulla Virtus Lanciano che ha accusato fortemente l’assenza di tre pedine importanti che non erano presenti a Sant’Antimo. Due formazioni giovanissime che si sono affrontate con la presenza in campo di solo quattro classe ’97 e per il resto ben otto classe ’98 nel Napoli e sette nel Lanciano che ha schierato con la maglia n. 10 anche un classe ’99. Subentrato a fine gara per il Napoli l’altro classe ’99. Parliamo di Conte che ha rilevato Luise, autore di una buona prova. Il ragazzino del Napoli (Conte) promosso da poco dagli allievi è parso subito molto mobile e sul finire è riuscito anche ad andare in rete.

conte
D ‘Acunzo un suo tentativo dal limite.

La sua realizzazione ha coronato al meglio il suo esordio. Al minuto 44° sbuca alle spalle della difesa del Lanciano e finalizza al meglio un’azione magistrale sviluppata sulla fascia di destra da colui che con due marcature (al 2° su azione ed al 10° su rigore) è risultato poi il migliore in campo: il classe ’98 Antonio Negro. Tutto il primo tempo è stato dominato dal Napoli. Appare rilevante, rispetto a precedenti gare dove si era visto un Napoli in chiarissima difficoltà, la crescita di cognizione con un buon giro palla. Partenze dalle retrovie con un veloce fraseggio, giusta cattiveria agonistica nella zona centrale del campo e freddezza conclusiva sotto rete. I primi quarantacinque minuti hanno contato oltre alle marcature, ben nove nitide occasioni da rete per il Napoli.

conte
Palumbo, con il N.2,  tra i migliori in campo.

Solo al 40° si è vista un’azione d’attacco del Lanciano subito ben smorzata dalla retroguardia del Napoli, sull’out di destra al limite dell’area. Buona la prova del laterale basso di sinistra D’Ignazio, eccellente quella del destro Palumbo con una rete da far invidia al miglior attaccante. Al 4° della ripresa conquista palla al limite dell’area ed insacca nell’angolo alto alla destra del portiere Antonino. Si congeda ottimamente da questa gara anche Milanese. Il ragazzotto, scuola Torino si fà trovare sempre pronto quando al 29° ed al 37° della ripresa, realizza la sua doppietta.

conte
L’ esultanza di Milanese dopo la sua seconda marcatura.

Eppure i primi minuti della ripresa avevano, visto il rientro di una Virtus Lanciano diversamente motivata, impegnando severamente in due occasioni l’inoperoso Gionta del primo tempo. Dopo la rete di Palumbo, il Lanciano sembra quasi arrendersi e c’è anche spazio per il portiere Ferrara che al 78° subentra a Gionta. Dalla gara odierna messaggi positivi per mister Saurini sia dal campo che dalla panchina, ma la strada è ancora aspra e dura in prospettiva di una Youth Champions League molto probabile per la stagione 2016/17.

[ads2]

Pasquale D'Aniellohttp://zon.it
Pasquale D’Aniello, giornalista, nato a Sant’Antonio Abate in provincia di Napoli. Da sempre appassionato di calcio con alcune esperienze dilettantistiche sul campo e sulla panchina. Autore nel 2012 del Libro: "Scugnizzeria agli Albori di un Successo"​ e premiato a Gallipoli nel 2015 (Torneo Internazionale che assegna il Trofeo Caroli Hotels), quale miglior giornalista del calcio giovanile. L'approccio con il calcio giovanile dilettantistico e professionistico da qualche decennio, ha fatto maturare in me nuove convinzioni ed intravedere nuovi orizzonti. "​ Il calcio è educazione, è economia, è uno dei modi di essere società"​. Tutto questo mi ha portato ad essere un "Cronista del calcio giovanile Campano"​, con il fine ultimo di far comprendere che questo Sport deve essere una sana sfida per misurare l'estro calcistico e nulla ha, che possa riguardare il fanatismo e qualsiasi altra devianza che provoca rancore anche a pochi metri di distanza tra i vari campi di calcio. La fortuna poi, di incontrare tantissimi professionisti legati a questo mondo, ha fatto il resto...

Covid-19

Italia
87,285
Totale di casi attivi
Updated on 31 July 2021 - 21:05 21:05