A ZONzo parte alla volta di Copenaghen, capitale della Danimarca, città dalla meravigliosa cultura e considerata anche la capitale “Verde” d’Europa: si stima che nel 2025 sarà la prima città del mondo a emissioni zero!

[ads1]

Potrebbe interessarti:

Questa deliziosa cittadina incastonata tra le isole Sjælland e di Amager  ha un centro storico dal sapore medievale che racchiude tutte vicine le principali attrazioni da visitare.

CopenhagenSe si parte per Copenaghen d’estate non può mancare un giro ai Giardini di Tivoli. I Giardini di Tivoli sono un immenso parco di divertimento con  giostre, ristoranti, alberghi. Il parco è il secondo più grande d’Europa e la sua architettura lascia davvero senza parole; l’accesso avviene tramite un arco maestoso, e tutti gli edifici sono davvero caratterstici; basti pensare che si può fare un giro su delle montagne russe costruite in legno e in funzione dal lontano 1914 o optare per le più moderne sorelle che vengono conosciute con il nome di Demonio.

Il parco è anche la sede di un immenso Teatro detto della pantomima. Questo teatro è costruito tutto in stile cinese ed ospita numerosi spettacoli di danza moderna. D’estate il parco, soprattutto di sera, ha un atmosfera molto romantica, dovuta alle miriadi di luci che colorano i ristorantini e le stradine e anche ai fantastici spettacoli pirotecnici.

Non si può non passeggiare su Stroget, che rappresenta una delle vie pedonali più lunghe d’Europa. Questa strada è  il cuore dello shopping a Copenaghen, ed è sempre affollata. Qui si possono trovare diversi tipi di negozietti, da

Museo del Design
Museo del Design

quelli di souvenirs a

negozi di design di alto livello, negozi di marchi internazioni e una miriade di ristorantini e caffè. Stroget conduce poi al Municipio, il Radhus. L’edificio è caratterizzato da una torre dell’orologio, dalla quale, una volta saliti ben 300 scalini si può ammirare tutta la città.

Anche il Museo del design merita una visita: il museo ospita opere di design danesi ed internazionali e fu istituito privatamente allo scopo di  aumentare le vendite e l’esportazione del design industriale del paese.

Assolutamente da fotografare è la statua della Sirenetta simbolo di Copeneghen in tutto il mondo. La stuatua si erge su uno scoglio nel porto della città e la leggenda narra  che la sirenetta sia li ad aspettare il suo principe. La sirenetta fu regalata alla città nel 1913, da Carl Jacobsen produttore e fondatore della famosa birra Carlsberg. La siretta, rimanda alla celebre sirenetta della favola di Andersen, da cui è tratto il famoso cartone animato Disney.

Nyhalvn
Nyhalvn

Molto caratteristico è anche il quartiere di Nyhalvn che letteralmente significa “porto nuovo” caratterizzato da numerosi ristorantini e negozioetti, affollati anche d’inverno, e da variopinte case.

Altrettanto suggestivo è il paesaggio che si ammira attraversando lo stretto di Oresund che separa la Copenaghen dalla città svedese di Malmo.

Attraversando un canale dal centro della città si giunge sull’isola di Slotsholmen che rappresenta il cuore politico e storico di Copenaghen. Qui è tappa obbligatoria il Palazzo Christiansborg. Questo palazzo rappresenta la sede dei poteri legislativo, giudiziario ed esecutivo della Danimarca. Il palazzo di divide in due ale, quella sud ospita il Parlamento e quella nord la Corte suprema e la Reisdenza del Primo Ministro. Molte sono le sale aperte al pubblico, quella più imponente è la Sala Grande con i suoi 40 metri di lunghezza e 10 di altezza, dove sono esposti gli arazzi della regina che raffigurano 1000 anni di storia danese.

Palazzo-Christianborg
Palazzo-Christianborg

Altro palazzo da non perdere è il Palazzo Amalienborg , residenza invernale della famiglia reale, costitutito da  quattro edifici tutti uguali che si affacciano su un quartiere ottagonale . Solo due dei quattro palazzi sono aperti al pubblico.

Per gli amanti dell’arte merita una visita il Ny Carlsberg Glyptotek, una galleria d’arte che ospita opere antiche e moderne da sculture greche a opere di Cezanne e Van Gogh.

Imperdibile è la Torre Circolare, che rappresenta il più antico osservatorio ancora in funzione d’Europa, dal quale si ammirano e si studiano le stelle dal 1642.

Per quanto riguarda la vita notturna, Copenaghen offre tantissimi ristoranti e pub dove si può restare fino a tardi a sorseggiare cocktails, ma anche ad assapaorare le tipiche polpettine danesi “frikadeller” o  gli smørrebrød, gustosi sandwich. Il quartiere che rappresenta il fulcro della vita notturna è  Vesterbro, cuore artistico e creativo della città con numerose discoteche.

[ads2]

Letture Consigliate