Conte dpcm zona bianca Governo

Le nuove misure restrittive contro il Coronavirus annunciate da Conte alla Camera terranno conto del diverso coefficiente di rischio registrato nei vari territori italiani

Conte ha appena annunciato alla Camera dei Deputati (farà lo stesso questo pomeriggio alle 18.00 al Senato) le nuove misure restrittive che il Governo italiano intende adottare per contrastare l’incedere costante e critico del contagio da Coronavirus.

Potrebbe interessarti:

“Le nuove misure terranno conto dei diversi coefficienti di rischio registrati nei vari territori.” dice Conte. Nel nuovo DPCM si farà riferimento dunque a tre zone di rischio differenti.

Nelle zone dove non si registra un rischio particolarmente elevato, le misure adottate riguarderanno la chiusura dei centri commerciali nei giorni festivi e pre-festivi; la chiusura dei corner dedicati alle scommesse, ed anche quella di musei e mostre.

Per quanto riguarda il trasporto pubblico, si potrebbe andare incontro alla necessità di ridurre del 50% la capienza dei mezzi, e si inibirà lo spostamento da e per le zone considerate ad alto rischio (a meno di comprovate necessità lavorative o di studio), per le quali (oltre a quelle già elencate) saranno messe in campo misure ulteriormente restrittive, in relazione al più critico indice di contagiosità al Coronavirus.

Sarà poi possibile inibire gli spostamenti nella fascia serale più tarda (a meno di comprovate esigenze lavorative) e per le scuole secondarie di secondo grado affidarsi integralmente alla didattica a distanza, “una misura, questa, che ci auguriamo possa essere temporanea”.

Quali Regioni, quale fascia? Il passaggio di una data  Regione da una zona di rischio all’altra(esempio da elevato a moderato, o da moderato a elevato) sarà sancita, di volta in volta da un’ordinanza del Ministero della Salute.

Stando ai dati anticipati dal Premier Conte, 11 Regioni dovrebbero entrare nella fascia di rischio elevato, 8 nella fascia di rischio moderato.

La media nazionale dell’indice di contagiosità da Coronavirus si attesta sull’1,7.

 

 

 

Letture Consigliate