Coronavirus: Giorgia Meloni e i post “ad effetto” (contrario)



Giorgia Meloni Boschi John Lennon Imagine Recovery Fund
screen da YouTube

La leader di Fratelli D’Italia, Giorgia Meloni, ha pubblicato il falso video del Coronavirus creato in laboratorio. Attirando a sé le critiche dei fans

Sempre più menti pensanti, ormai, sono convinti che il Coronavirus abbia in qualche modo rivoluzionato il modo di pensare e di agire delle persone. Da un lato, abbiamo riscoperto il potere della socialità (cosa alquanto paradossale, se pensiamo alla “reclusione forzata”) e della condivisione di forze a prescindere da razze e filosofie di pensiero. Dall’altro, soprattutto per quel che riguarda la politica, i nodi stanno venendo tutti al pettine, smascherando di fatto gli inetti quali Matteo Salvini e (non ultima) Giorgia Meloni.

Il “Capitano” leghista si accinge tutti i giorni a stringere una mano al Governo nel tentativo (nemmeno troppo velato) di voler tornare “lassù” ed evitare la discesa libera dei voti. Mossa sicuramente accorta, dettata dai suoi collaboratori, che però sta sortendo l’effetto contrario. D’altro canto, anche la leader di Fratelli D’Italia non demorde e cerca di dare uno “schiaffo” al Governo, forte dei consensi in completa crescita. Peccato, però, che si sia spinta ad un punto di non ritorno e che abbia sbagliato una mossa fondamentale nella sua opera. Sta facendo rumore, e non poco, un suo post pubblicato in queste ore su Facebook.

Il video in questione tratta in modo molto spinoso (cosa che i “complottisti” gradiranno) l’argomento principe di questi giorni, ovvero il Coronavirus e la sua diffusione. Naturalmente, come al solito, Giorgia Meloni è stata prontamente smentita dalla stessa comunità scientifica, che ha mostrato come non ci sia nessun collegamento tra il suo post e il virus che si sta diffondendo in Italia. Inutile dire che ciò ha attirato commenti ironici da parte anche dei seguaci stessi della politica. Insomma, si può dire che forse il Governo ha trovato indirettamente la cura contro il populismo?

Il virus anti-populista

Sembra paradossale, ma il Coronavirus ha creato una vera e propria spaccatura non solo negli ambienti sociali, ma anche politici. Infatti, ha dimostrato palesemente tutti i limiti di Giorgia Meloni e compagni (ovvero Matteo Salvini e Silvio Berlusconi). Una volta liberati dai propri alibi, una volta che i loro cavalli di battaglia sono stati sgomberati lasciando posto a mere speculazioni, l’incapacità politica del centrodestra di fornire temi utili al Paese e soluzioni adeguate si è manifestata palesemente. In questo caso, si potrebbe parlare quasi di un virus “anti-populista“, in quanto ha sgonfiato tutte le aspettative e calmato tutti i “bollori” del centrodestra.

Addirittura, in queste ultime ore, c’è chi prova (come Salvini) a fare ammenda dei propri “peccati”. Chi tenta di tornare al Governo tramite stratagemmi come il premier unico e via dicendo. Insomma, la verità è che ora Giorgia Meloni, Matteo Salvini e Silvio Berlusconi sono al completo sbaraglio. La scena gli è stata rubata da qualcosa di ben più importante. E, beffa ancora più grande, quest’ultimo ha anche riportato in auge la figura del Governo e soprattutto del presidente del Consiglio Giuseppe Conte, ai picchi della popolarità negli ultimi tempi.

La verità è che, attualmente, gli equilibri si sono definitivamente invertiti. Ora è il Governo ad avere nuovamente il sostegno adeguato da parte dell’Italia, complice anche l’ottimo operato svolto finora nel risolvere la crisi più importante del Dopoguerra. E se anche le opposizioni si stanno lentamente piegando e stanno commettendo errori su errori nell’attaccare a spada tratta i propri “nemici elettorali”, può voler dire una cosa sola. Tutta l’inadeguatezza da parte di “mangia-consensi” e partiti pigliatutto come quelli di centrodestra sta venendo a galla più forte che mai. E, purtroppo per loro, ad accorgersene in primis sono i propri stessi elettori.

Leggi anche