2 Novembre 2017 - 14:18

Crack Ghoulam: rottura del legamento crociato per il terzino

ghoulam

A poche ore dal ko col City, per il Napoli c’è la tegola dell’infortunio di Ghoulam: l’algerino dovrà operarsi nei prossimi giorni

Dopo la sconfitta contro il Manchester City, in casa Napoli c’era apprensione per l’esito degli esami al ginocchio destro di Faouzi Ghoulam, uscito nel primo tempo del match. Da Villa Stuart sono arrivate notizie terribili: rottura del legamento crociato e lungo stop per uno degli elementi chiave di Maurizio Sarri.

A comunicarlo è stato il professor Alfonso De Nicola, medico sociale del Napoli: “Purtroppo ha avuto la rottura del legamento crociato anteriore e qualche altra lesione che si evidenzierà meglio in artroscopia domani. Domani verrà operato. Il professor Mariani, successivamente all’intervento, analizzerà i tempi recupero.” Anche la Società ha emesso il comunicato sul terzino.

Un’altra tegola per gli azzurri, che a inizio ottobre avevano perso per lo stesso motivo l’attaccante Arkadiusz Milik. Per il polacco si è trattato del secondo infortunio in un anno.

Per Sarri ora un dilemma in più: chi sostituirà Ghoulam? Nella partita di ieri, è entrato al suo posto Christian Maggio, che si è messo sulla destra con Hysaj spostato nel ruolo dell’algerino. Ma nella rosa del Napoli c’è anche Mario Rui. Il portoghese ancora non ha disputato una partita da titolare da quando è alla corte di Sarri e ieri non era nemmeno in panchina. Il tecnico ha spiegato di non aver visto l’ex terzino della Roma pronto per scendere in campo ed è probabile che contro il Chievo domenica vengano riproposti Maggio e Hysaj.

Un intervento a Gennaio sul mercato o qualche tassello dagli svincolati? Al momento è l’opzione meno probabile, anche perché conoscendo Sarri, proverà ad integrare Mario Rui il prima possibile nel gruppo per schierarlo titolare magari già dopo la sosta. È più probabile l’integrazione di un Primavera dal settore giovanile oppure l’esperimento proprio con i terzini usati contro il Manchester City ieri sera.