crostata di fragole

A merenda o a fine pasto la crostata è il dolce che mette tutti d’accordo. Oggi vediamo come preparare la variante con crema chantilly e fragole

Quando arriva la primavera e i banchi della frutta iniziano a riempirsi di fragole il richiamo alla crostata è praticamente automatico.

Potrebbe interessarti:

La crostata di fragole è il modo migliore per esaltare il frutto principe della primavera… se poi la accompagniamo con una crema chantilly italiana diventa assolutamente sublime.

Fresca, gustosa e soprattutto semplicissima da realizzare.

Basterà preparare un fondo di pasta frolla, farcirlo con crema chantilly italiana e coprire il tutto con un tappeto di fragole fresche.

Pasta frolla:

500g di farina 00

250g di zucchero semolato

250 di burro morbido

100g di uova intere

1/2 bacca di vaniglia e buccia di 1/2 limone non trattato.

Procedimento per la crostata con fragole:

Per realizzare il fondo della nostra crostata iniziamo lavorando il burro con lo zucchero, aggiungiamo poi le uova e gli aromi in ultimo la farina.

Una volta amalgamati gli ingredienti compattiamo leggermente con le mani formando un panetto e lasciamo riposare in frigo qualche ora.

Stendiamo la frolla ad uno spessore di 0.5 cm e cuociamo in bianco (alla cieca) in una tortiera classica da crostata dal diametro di 24 cm precedentemente unta con dello staccante spray o, in alternativa, rivestita con un foglio di carta da forno.

Cottura 180° per 20-25 minuti.

Crema chantilly italiana:

Mentre la pasta frolla della nostra crostata con fragole riposa in frigo ci si può dedicare alla preparazione della crema.

La crema chantilly italiana, o più correttamente crema diplomatica, nasce dall’unione della crema pasticcera con la panna montata.

Per la crema pasticcera utilizziamo la ricetta del maestro Luca Montersino:

500g di latte

300g di zucchero

250g di tuorli                                        

20g amidi di mais                                  

20g di amido di riso

i semi dell’altra metà della bacca

buccia di limone

        NB: in assenza di amido di riso si può sostituire pari peso con l’amido di mais

In  un pentolino portiamo quasi a bollore il latte con la vaniglia e il limone

a parte, con una frusta, sbianchiamo i tuorli con lo zucchero e, una volta amalgamati, aggiungiamo gli amidi.

Versiamo il latte caldo nel composto per stemperare e mescoliamo velocemente poi portiamo tutto di nuovo sul fuoco

fino a chela crema non si sarà rassodata.

Una volta pronta, la crema va raffreddata rapidamente e conservata in frigo fino all’utilizzo con pellicola a contatto.

Per realizzare la crema diplomatica basterà unire alla crema pasticcera lo stesso peso di panna montata. Es: 500g di crema + 500g di panna montata.

Amalgamiamo delicatamente e riempiamo il guscio della crostata con la crema.

Decoriamo, infine, con fragole tagliate a metà.

Letture Consigliate