Cyberbullismo, dalla Germania un servizio di consulenza alle vittime

CyberZONeCyberbullismo, dalla Germania un servizio di consulenza alle vittime

Contrastare il cyberbullismo con consapevolezza e solidarietà giovanile: il sedicenne Lukas Pohland di Schwerte ha realizzato il primo servizio di consulenza online per le vittime di cyberbullismo

Dai giovani per i giovani: il Mitte racconta sulle proprie pagine la nascita di un nuovo ed innovativo servizio dedicato alle vittime di cyberbullismo. Da Schwerte, in Nord Reno-Westfailia, il sedicenne Lukas Pohland ha ideato e realizzato un app di consulenza per le giovani vittime di questo fenomeno.

Un servizio online che possa supplire alle mancanze di un sistema inadatto a reagire ai velocissimi cambiamenti del mondo web: anche l’aumentare di casi legati alla pandemia e al lockdown forzato hanno incentivato Lukas a fornire un sostegno concreto tramite la propria piattaforma.

Un servizio di consulenza specializzato, il primo in Germania, che permetterà a bambini e adolescenti di registrarsi, anche in forma anonima, e avere accesso a una persona di riferimento con cui interagire anche più volte al giorno.

Assistenza 24 ore su 24 per non lasciare che le conseguenze psicologiche del cyberbullismo possano avere la meglio, danneggiando profondamente la salute mentale di giovani e giovanissimi.

Prima di impegnarsi in questo ambizioso progetto, Lukas Pohland ha ricoperto la carica di presidente dell’associazione Cybermobbing-Hilfe di Schwerte, offrendo già da diversi anni consulenza telefonica agli studenti in difficoltà.

Pietro Marchesano
Mi chiamo Pietro, ho 24 anni e studio Lingue e Letterature Moderne all'Università di Salerno. Sempre con la testa in giro per il mondo, scrivo di cronaca, cultura e sport. Divoro film come partite di pallone.

Covid-19

Italia
93,017
Totale di casi attivi
Updated on 2 August 2021 - 20:08 20:08